La Notte dei filosofi al Maschio Angioino

Tema di quest’anno è la Democrazia, il desiderio e la nostalgia del suo avvenire

Napoli – La Notte dei Filosofi giunge al quinto anno e questa nuova edizione si disloca in tre giornate che vanno dal 5 al 7 dicembre in orari differenti. Il tema di quest’anno è la Democrazia, il desiderio e la nostalgia del suo avvenire. Come di consueto, ci saranno incontri con le scuole, mostre fotografiche, dibattiti, musica. Scuole in democrazia, è un’imperdibile conversazione con studenti e Carmelo Musumeci.

Si terrà  la prima Assemblea di Filosofia per la città. Si proietterà un inedito video documento che vede protagonisti, in un dialogo sull’ospitalità, il filosofo Aldo Masullo insieme a Fatou Diako (cittadina napoletana di nascita ivoriana e Presidente dell’Associazione Hamef) e Pierre Preira (Presidente dell’Associazione dei Senegalesi di Napoli). Ci sarà il pianoforte e la voce di Alessandra Celletti e la performance poetico-musicale di Silvio Talamo. La chiusura degli appuntamenti sarà col processo alla Democrazia che vedrà protagonisti: Giuseppe Ferraro, Ilario Amendolia, Nino Daniele, Lorenzo Fazio, Simona Marino, Peppino Mazzotta  e Michelangelo Tagliaferri.

“La notte è l’intimità del giorno. È fatta di racconti e ripensamenti. Nelle “Leggi” Platone parlava del “Consiglio Notturno” che si riuniva per decidere delle scelte della Città. La notte porta consigli,
ma anche sogni e inquietudini, desideri e paure” commenta Giuseppe Ferraro.

Filosofia Fuori le Mura è una pratica educativa sui luoghi d’eccezione, sui confini interni alla Città, confini di voci, escluse, recluse o perdute. Vuole fare della Città una Scuola e ritrovarne i suoi sentimenti, abitarla dei legami che la sostengono e la liberano.

Lascia un commento

dieci − 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.