Antonio Di Maio, papà del ministro del lavoro chiede scusa su Facebook

Nel video chiede scusa alla famiglia e agli operai che hanno lavorato a “nero”


Pomigliano D’Arco (Napoli), 3 dicembre – “Chiedo scusa per gli errori che ho commesso, chiedo scusa alla mia famiglia per i dispiaceri che ha provato, e chiedo scusa anche agli operai che hanno lavorato senza contratto per la mia azienda anni fa”. E’ quanto afferma Antonio Di Maio, papà del vicepremier Luigi, in un video pubblicato su Facebook nel quale racconta la sua verità sulle vicende relative all’impiego di lavoratori in nero nella sua azienda. Di Maio – che ha letto un testo scritto – ha escluso ogni responsabilità da parte del figlio.

“Sentivo il dovere di scrivere. Mi dispiace per mio figlio Luigi che stanno cercando di attaccare ma, come ho già detto, lui non ha la minima colpa e non era a conoscenza di nulla. Droni sulla mia casa e giornalisti ovunque, sono stato trattato come un pericoloso criminale”.

Lascia un commento

venti + due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.