Napoli-Spal 1-0. Al San Paolo decide la rete di Albiol

Tredicesimo successo per il Napoli e quarta vittoria consecutiva in campionato. Gli Azzurri volano momentaneamente a più 9 sull’Inter

NAPOLI (4-4-2): Meret, Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam (79′ Luperto); Callejon, Rog (66′ Fabian Ruiz), Hamsik, Zielinski; Mertens (83′ Diawara), Insigne. All. Carlo Ancelotti

SPAL (3-4-3): Gomis; Cionek, Djourou (42′ Vicari), Bonifazi (83′ Floccari); Lazzari, Schiattarella, Valdifiori (69′ Valoti), Kurtic; Fares, Paloschi, AntenuccI. All. Leonardo Semplici

MARCATORI: 45′ + 1 Raul Albiol (N)

ARBITRO: Federico La Penna (Roma)

Napoli, 22 dicembre – Il Napoli batte 1-0 la Spal al San Paolo grazie a una rete di testa di Albiol nei minuti di recupero del primo tempo. Per la formazione di Ancelotti è il tredicesimo successo in campionato, il quarto consecutivo. Successo grazie al quale gli Azzurri volano momentaneamente a più 9 sull’Inter seconda, in campo in questi minuti con il Chievo, e accorciano le distanze dalla capolista Juventus, impegnata questa sera nella gara con la Roma. Tornando alla gara del San Paolo il Napoli se l’è aggiudicata col minimo sforzo, soffrendo solo un po’ nel finale per non averla chiusa, dopo aver sprecato diverse buone occasioni da rete e aver colpito più volte il legno della porta difesa da Gomis. Situazione complice dell’astinenza di Mertens e Insigne, che da un po’ di tempo a questa parte sembrano completamente fuori forma.

Ancelotti sceglie la via del mini turnover, solo due cambi considerando l’assenza di Allan per infortunio. A sorpresa non c’è Milik, decisivo nelle ultime di campionato con Atalanta e Cagliari. Ci sono invece sia Insigne e Koulibaly, entrambi diffidati e pertanto a rischio squalifica. Sin dai primi minuti l’atteggiamento della Spal è super difensivista. Atteggiamento che paga per 45 minuti, poi arriva il gol di testa di Albiol sul calcio d’angolo battuto da Mertens.

Nella parte iniziale della ripresa monologo del Napoli interrotto solo dalla conclusione di Schiattarella al 53′, Meret para respingendo col corpo. Al 68′ un ottimo Koulibaly sbaglia la rete del 2-0 a pochi passi dalla porta, il suo tiro di testa termina a pochi metri dai pali difesi da Gomis. All’81’ grande azione di Mertens e Insigne, il belga va al tiro ma trova il palo a negargli il gol. Nel finale il Napoli rischia di subire il gol, ma Meret si supera in due occasioni: prima su Paloschi e poco più tardi sulla conclusione di testa di Fares. Parate che lo rendono tra i migliori della gara insieme a Koulibaly. Al San Paolo non c’è più tempo per altre emozioni, il Napoli può iniziare a concentrarsi sulla gara con l’Inter di mercoledì prossimo.

Lascia un commento

dodici − 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.