“Seafari”, Ischia riparte dal mare: il futuro è nella pesca

Convegno il 28 dicembre nella Sala Multimediale Aenaria: riflettori sul rilancio di un settore importante, che darà nuova linfa a turismo ed enogastronomia

Ischia riparte dalla pesca. Per sostenere un settore che deve fare i conti con la crisi generale e al quale è legata una parte consistente dell’identità dell’isola, che ha legami potenziali con un turismo sempre più ecosostenibile e attento alle storie del territorio. 

Si chiama “Seafari – Storie, percorsi e sapori di mare” l’iniziativa di animazione territoriale che il Flag (Gruppo di azione locale nel settore della pesca) “Sviluppo Mare Isole di Ischia e Procida SCARL” organizza per venerdì 28 dicembre, a partire dalle 10.30, nella Sala Multimediale Aenaria Via San Giovan Giuseppe della Croce di Ischia.

Dal racconto delle storie e dei percorsi di mare all’esaltazione dei sapori, in una fase storica in cui il “food” diventa sempre più ambasciatore dei luoghi, anche grazie alla crescita del settore enogastronomico dell’isola: un convegno con le voci di istituzioni, esperti e addetti ai lavori si accompagna a un tour guidato con focus sulla storia marinara di Ischia, sottolineando l’opportunità dello sviluppo del pescaturismo, a supporto della pesca professionale. 

I lavori, moderati dal giornalista Pasquale Raicaldo, partiranno con i saluti del sindaco di Ischia, Enzo Ferrandino, dell’assessore con delega alla pesca ed alla risorsa mare, Luca Spignese, e dell’europarlamentare Giosi Ferrandino. In programma poi  gli interventi di Francesco Alfieri, capo segreteria del presidente della Regione Campania e consigliere del presidente per i temi attinenti l’Agricoltura, le Foreste, la Caccia e la Pesca, e di Filippo Diasco, direttore Generale per le Politiche agricole, alimentari e forestali che illustrerà le prospettive di sviluppo della pesca in Campani attraverso i Flag, i gruppi di azione locale.

Di filiera del pescato a Ischia, con dati, norme e attività di prevenzione, parlerà il tenente di vascello Andrea Meloni del Circomare Ischia; il direttore dell’Area Marina Protetta Regno di Nettuno, Antonino Miccio, racconterà invece esperienze di collaborazione con i pescatori nelle aree marine protette: le restrizioni sulle attività di pesca vanno intese in un’ottica di ripopolamento e salvaguardia degli stock ittici.

Quindi, una serie di interessanti finestre sul rapporto dell’isola con il mare: Silvia d’Ambra, per Slow Food, parlerà di pesca e scelte sostenibili sulle nostre tavole; Pasquale Palamaro, chef stellato di “Indaco”, di stagionalità del pescato e interpretazione del territorio; l’ingegnere Francesco Esposito, per Alilauro, di “trasporti marittimi e sostenibilità: verso l’impatto zero”; l’archeologa subacquea Alessandra Benini Archeologa racconterà l’esperienza di Aenaria in un intervento dal titolo “Ri…pescare la storia”; Emanuele Mattera di Platypus parlerà di modelli di sviluppo dell’offerta turistica tra mare, pesca e ambiente.

Il convegno, la cui partecipazione è gratuita fino ad esaurimento posti, sarà seguito dall’aperitivo “Seafari.  Degustazioni di specialità di mare” e da una serie di attività sul territorio, volte a esplorare e sviscerare il legame culturale dell’isola d’Ischia con il mare e il settore ittico, e avrà una finestra, a partire dalle 18, anche nell’iniziativa “Stelle in strada per Assaggi d’Autore”, in programma nella zona del Porto di Ischia.

Lascia un commento

15 − 14 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.