Napoli-Bologna 3-2. Al San Paolo decide la gara il gol di Mertens

Gol del Napoli firmati da Milik (doppietta) e Mertens. Nel Bologna a segno Santander e Danilo

NAPOLI (4-4-2): Meret; Malcuit, Albiol, Maksimovic, Ghoulam (68′ Mario Rui); Callejon (83′ Ounas), Zielinski, Allan, Verdi (58′ Fabian Ruiz); Mertens, Milik. All. Carlo Ancelotti

BOLOGNA (3-5-2): Skorupski; De Maio, Danilo, Helander; Mattiello, Poli (79′ Orsolini), Pulgar,,Svanberg (71′ Nagy), Dijks; Santander (42′ Falcinelli), Palacio. All. Filippo Inzaghi

MARCATORI: 16′, 51′ Milik (N), 37′ Santander (B), 80′ Danilo (B), 88′ Mertens (N)

ARBITRO: Calvarese della sezione di Teramo

Al San Paolo il Napoli batte 3-2 il Bologna grazie ai gol di Milik (doppietta) e Mertens. Partita difficile quella con i rossoblù, protagonisti di una gara esemplare dal punto di vista tattico. La formazione di Inzaghi ha messo più volte in crisi la retroguardia azzurra, anche grazie all’assenza dello squalificato Koulibaly, uno che quando manca la differenza si sente e come. Il Bologna è andato in gol sia con Santander, nel primo tempo, che con Danilo nel secondo tempo, da situazione di palla inattiva. Alla fine a decidere la gara e regalare i tre punti agli Azzurri ci ha pensato Mertens nel finale con un gran destro da fuori area. Grazie a questa vittoria il Napoli torna a più 5 sull’Inter e a -9 dalla Juve. Al di là del risultato particolarmente bello ed emozionante lo spettacolo offerto dal San Paolo, con 10mila maschere con il volto di Koulibaly e tanti striscioni contro il razzismo dopo quello che è successo a Milano con l’Inter (vai all’articolo).

Sono cinque i cambi decisi da Ancelotti rispetto alla gara con i nerazzurri. Il tecnico è costretto a fare a meno di Koulibaly e Insigne, entrambi squalificati. Le assenze danno l’opportunità al tecnico di proporre un Napoli diverso, in cui si rivede anche Simone Verdi, al rientro dopo un infortunio muscolare che lo ha tenuto lontano dal campo di gioco per diverse giornate. La prima occasione della gara per andare in vantaggio è del Bologna, che al 4′ sfiora il gol con Poli con un tiro di esterno destro su cross di Palacio. Dopo un quarto d’ora di pressione degli Azzurri e due tentativi di Mertens al 16′ arriva il gol di Milik. Il Napoli ha l’opportunità di raddoppiare con Mertens al 25′ ma
Skorupski si supera e devia in angolo. I rossoblù si fanno vedere in attacco con Santander, che al 29′ calcia a lato da ottima posizione. Il Napoli va vicino al raddoppio al 33′ con Milik, ma la traversa nega il gol al polacco. Sul finire del primo tempo arriva il pareggio del Bologna, punizione battuta da Poli e colpo di testa vincente di Santander. Proprio quest’ultimo qualche minuto dopo è costretto ad abbandonare il campo per un problema muscolare, al suo posto Inzaghi fa entrare Falcinelli.

Nel secondo tempo il Napoli è in campo con maggiore convinzione. La pressione degli uomini di Ancelotti è costante. Al 51′ cross di Malcuit per Milik, che sovrasta Mattiello e fa gol. Ancelotti richiama in panchina Verdi e Ghoulam per inserire Fabian Ruiz e Mario Rui, mentre Inzaghi inserisce Nagy al posto di Svanberg. All’80 i rossoblù trovano nuovamente il pari, stavolta con Danilo a colpire di testa su punizione calciata da Pulgar. All’88’ il Napoli trova il gol con Mertens da fuori area. Gol pesante il suo, dopo un digiuno che durava dal 2 novembre. Grazie alla rete del belga il Napoli fa suoi i tre punti e torna a più 5 in classifica sull’Inter.

Lascia un commento

venti − diciassette =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.