De Magistris e la campagna d’autunno. I propositi del primo cittadino si tingono di rosso.

Dopo il “salvavita pischelli” di Fiorello, entra in scena il Salva-Napoli di De Magistris.

Novità, tante novità per questa città che non aspetta altro. “Io posso poco, siamo noi che possiamo” scrive il sindaco su twitter. Dopo un’estate piena di eventi per il comune di Napoli, tra cui nuove piste ciclabili, lungomare liberato e lavori di ripristino del territorio, ora si pensa all’autunno, che porterà altre sorprese sul suolo cittadino.

De Magistris si augura che i fondi europei arrivino al più presto. Roma però chiede delle garanzie e la risposta del primo cittadino è: “Ben vengano gli ispettori e ben venga anche il controllo serrato. Siamo una casa trasparente”.

Per quanto riguarda il movimento arancione, ci sarà solamente se la nuova legge elettorale sarà favorevole all’entrata di novità in campo politico. Si interesserà ai giovani, ai disoccupati, ai lavoratori, ai sindacati. “L’unico discrimine è la legalità costituzionale, poi siamo pronti a dialogare con tutti” afferma il sindaco.

Tornando all’autunno napoletano, possiamo dire che verrà scossa un po’ tutta la città. Ci sono 30 milioni di euro destinati alla manutenzione del suolo pubblico, compreso lo sblocco di cantieri fermi da molto tempo. Giovani socialmente attivi e sviluppo di agricoltura urbana, artigianato, piccola imprenditoria, sono le linee guida del programma autunnale per rilanciare la città.

Novità anche sul piano calcistico: il presidente De Laurentis vuole rifare lo stadio San Paolo a tutti i costi. “Dobbiamo essere concreti. Per fare ci vuole un progetto e i soldi. Se c’è qualcuno che vuole lo stadio San Paolo si faccia avanti, quello che è certo è che soldi pubblici non ce ne sono”, dichiara De Magistris.

Dalla semplice idea del nuovo stadio, passiamo all’effettivo lungomare liberato: nuova pavimentazione di via Caracciolo, nuovo apparato urbano, fontanelle e illuminazione. I Lavori cominceranno in autunno e interesseranno anche il settore parcheggi.

A proposito di questo però, c’è da dire che sono molti i parcheggiatori abusivi e indisturbati: “Non ha senso solo la denuncia, non serve a nulla. Sono 600 in città e conosciuti. Lavoreremo con la Questura: partiremo con ”l’avviso orale”, come misura di prevenzione, se non funziona si arriverà anche a sanzioni come l’allontanamento dalla città” ribatte il Sindaco sulla questione.

Un altro nuovo e “scottante” aspetto dell’autunno che verrà è quello della prostituzione. Il fenomeno è in crescita e De Magistris ha pensato bene di creare una zona cuscinetto fuori la città dove “accogliere le prostitute e controllarle con finalità di recupero e reinserimento. Non un parco dell’amore, chiariamo e nemmeno “un ghetto, ma posti sicuri senza stare al Virgiliano con i giornali o andare in luoghi dove si rischiano rapine e aggressioni. Un luogo per tutelare i nostri figli”.

Lascia un commento

diciannove + 14 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.