Scuola, doppio appuntamento per i precari di Terza Fascia a Milano e a Firenze

Assemblee regionali di 4 ore a Milano il 14 gennaio e a Firenze il 16 gennaio

Napoli, 8 gennaio – Comincia con un doppio appuntamento il nuovo anno che vede la protesta dei docenti precari di terza fascia con servizio salire di tono. Pasquale Vespa, presidente dell’Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori e neo Coordinatore Uil Scuola Precari ha lanciato per il mese di gennaio 2 appuntamenti assembleari per suonare la carica e per promuovere in tutte le Regioni d’Italia la proposta urgente, volta a stabilizzare i precari della scuola che hanno accumulato anni di servizio.

Primo appuntamento a Milano il 14 gennaio dalle ore 8 alle 12 con l’assemblea sindacale regionale UIL presso l’Auditorium Omnicomprensivo Musicale, in via Corridoni n. 34-36, che vedrà la partecipazione di Carlo Giuffrè, segretario generale Uil Scuola Lombardia e il 16 gennaio a Firenze sempre dalle ore 8 alle 12 con una seconda assemblea regionale UIL presso l’auditorium dell’Istituto Russell – Newton di Scandicci in via Fabrizio de Andrè n. 6, con la partecipazione del segretario organizzativo UIL Scuola Firenze. Ad entrambe le assemblee sarà presente il professor Vespa che invita alla partecipazione massiccia i colleghi che “rischiano di perdere il lavoro a causa della legge approvata nel Def che riforma, ancora una volta, le regole del reclutamento”.

Si ricorda ai colleghi che è necessario firmare l’avviso per aderire e partecipare alle assemblee sindacali presso le proprie scuole per usufruire del permesso di 4 ore.

Dopo la manifestazione nazionale del 20 dicembre u.s. svoltasi davanti alla prefettura di Roma e al Miur, dopo Napoli, Pomigliano e Pordenone, continua l’azione politico-sindacale rivendicativa nelle varie regioni, per la richiesta di una fase transitoria che stabilizzi i docenti precari con più di 3 anni di servizio. “A Milano – informa il professor Vespa – dopo l’assemblea regionale seguirà un sit-in dalle ore 12 dei docenti precari nelle adiacenze della Prefettura di Milano. In più è stata inviata lettera al Prefetto con la richiesta di incontro di una delegazione”.
“Ma non si ferma qui il viaggio nelle scuole del nostro paese che porterà all’attenzione dei docenti precari la proposta UIL. In programma assemblee a Cagliari, a Bari, a Venezia e di nuovo a Napoli passando per una manifestazione a Trieste. Obiettivo, fare pressione sul Governo affinchè si dia vita alla Fase Transitoria – come prevista anche nel contratto di Governo – attuando la proposta di UIL Scuola di un concorso abilitante non selettivo per chi ha 3×180 giorni di servizio in modo da mandare in ruolo già da settembre 2019 i docenti di cui necessita la Scuola pubblica italiana”.

Lascia un commento

4 × 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.