Milan-Napoli 2-0. Azzurri fuori dalla Coppa Italia

I rossoneri volano in semifinale grazie alla doppietta di Piatek

 

 

MILAN: Donnarumma, Abate, Musacchio, Romagnoli, Laxalt; Kessié, Bakayoko, Paquetá (dal 40′ st Rodriguez), Castillejo, Piatek (dal 33′ st Cutrone), Borini (dal 15′ st Calhanoglu). All. Gattuso

NAPOLI: Meret, Malcuit, Koulibaly, Maskimovic, Ghoulam, Fabian, Allan (dal 1′ st Ounas), Diawara (dal 13′ st Mertens), Zielinski, Insigne, Milik. All. Ancelotti

MARCATORI: 11′, 27′ pt Piatek (Mil)

ARBITRO: Giacomelli di Trieste

Il Milan batte 2-0 il Napoli nei quarti di finale e conquista l’accesso alla semifinale dove incontrerà la vincente di Inter-Lazio. Il successo dei rossoneri arriva grazie ai due gol di Krzysztof Piatek, attaccante polacco all’esordio con la maglia del Milan. Entrambi i gol sono dovuti a sbavature della difesa del Napoli, irriconoscibile come il resto della squadra. La formazione di Ancelotti ha fatto vedere davvero poco e non ha mai dato l’impressione di poter recuperare lo svantaggio, neanche nel secondo nel secondo tempo. E menomale che la Coppa Italia era un obiettivo del Napoli, che in campionato ormai ha poco da dire con la Juve che ha già nei fatti lo scudetto cucito sul petto. Agli Azzurri rimane l’Europa League, competizione da affrontare con un altro spirito, a meno che non si vogliano fare figuracce come quella fatta ieri in Coppa Italia. Complimenti a Gattuso e ai suoi, capaci dopo i gol di chiudersi in difesa e imbrigliare gli Azzurri. Alla fine l’ha vittoria del Milan è meritata, ma quello di ieri resta un Napoli irriconoscibile e peccato sia andata così.

Al Milan bastano 10 minuti di gioco per trovare il gol del vantaggio: lancio da trenta metri di Laxalt per Piatek, che semina in velocità un distratto Maksimovic e a tu per tu con Meret spinge la palla in rete. Il raddoppio arriva al 27′ minuto, Piatek stavolta affronta Koulibaly che lo lascia libero di andare al tiro e mettere il pallone nel sette. Il Napoli ha l’occasione di accorciare le distanze con Milik, murata da Bakayoko la sua conclusione sottoporta, sulla respinta arriva Zielinski che non calcia e poi Insigne che lo fa mandando però il pallone a lato.

Ancelotti, dopo l’intervallo inserisce Ounas per Allan, con Fabian Ruiz che si accentra e il 4-4-2 che diventa 4-3-3. Di lì a poco entra anche Mertens e il Napoli prova il tutto per tutto con quattro attaccanti in campo. Il Milan però si è chiuso in difesa già da un pezzo e il giro palla degli Azzurri è troppo lento per pensare di poter creare chissà quali difficoltà ai rossoneri. Ounas decide di provarci da lontano, ma Donnarumma non si fa sorprendere. Poi il Napoli non riesce a far vedere più nulla di buono e per la formazione di Gattuso è un gioco da ragazzi mantenere il vantaggio fino al triplice fischio. Il Milan va in semifinale dove incontrerà la vincente di Inter-Lazio, gara in programma domani sera al San Siro.

Lascia un commento

11 + 10 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.