Procida, ecco la grotta immersiva: sarà come nuotare tra i pesci

Venerdì 22 febbraio “MareXperience”, l’iniziativa di animazione territoriale del FLAG: in uno degli antichi ricoveri per le barche di Marina Grande una installazione di videografica senza precedenti

Sarà come nuotare tra i pesci di Procida, comprendendo le profonde leggi che regolano la vita nell’acqua, espresse nella semplicità delle geometrie di un banco in movimento. Un viaggio virtuale nel paradiso sommerso della più piccola delle isole del golfo di Napoli, che così rivela il suo legame inscindibile con il mare, accompagnato dai suoni del mare, acquisiti al largo dell’isola con un idrofono, quasi come fece Mario, il personaggio interpretato da Massimo Troisi ne “Il Postino”.

E’ una iniziativa senza precedenti la Grotta Immersiva realizzata in via Roma, in uno degli antichi ricoveri per le barche, in occasione di MareXperience”, l’iniziativa di animazione territoriale promossa per venerdì 22 febbraio dal Flag (Gruppo di azione locale nel settore della pesca) “Sviluppo Mare Isole di Ischia e Procida SCARL” al fine di garantire la salute e la sostenibilità del settore della piccola pesca.

La grotta sarà visitabile gratuitamente venerdì dalle 13:00 alle 18:00 e sabato mattina dalle 9:00 alle 13:00.

“L’installazione – spiega Nicola Scotto di Carlo, direttore del Museo Civico Virtuale di Procida, che ha ideato la Grotta insieme all’architetto Leopoldo Repola, ricercatore dell’università Suor Orsola Benincasa – nasce dall’intenzione di digitalizzare il movimento collettivo dei pesci nell’acqua, ricostruendo in tracciati geometrici le traiettorie che essi compiono all’interno delle correnti del mare. Il digitale qui si determina come strumento di registrazione dei movimenti e di rappresentazione delle traiettorie secondo grafici vettoriali, in cui rimappare attraverso parametri l’armonia delle forze della natura”.

Così la grotta diventa un luogo del mare, proprio davanti al mare di Procida: percorrendola, il visitatore sarà condotto in un luogo intermedio tra il movimento della vita nel mare e le traiettorie definite da sistemi di calcoli, nati dall’osservazione del reale e dalla loro e semplificazione. E ancora: i suoni tracceranno i segni attraverso cui immergersi oltre l’esclusiva percezione razionale degli eventi: le pareti della grotta proietteranno così i visitatori altrove, in un luogo prossimo al mare, colto sulle pietre per mezzo delle luci dei proiettori.

L’installazione è realizzata mediante software parametrici di videografica e di spazializzazione sonora tridimensionale: il progetto dell’allestimento immersivo è nato come risultato degli ambiti di ricerca, sulla rappresentazione dei contesti culturali, promossi e attivati in seno al Museo Civico di Procida.  Le opere digitali sono state realizzate da Kanaka Project di Milano. Le ambientazioni scenografiche sono opera di Angelo Gaudino.

La Grotta Immersiva è una delle attrazioni legate all’iniziativa di animazione territoriale che prevede, a partire dalle 10.30 di venerdì 22 febbraio nella sala consiliare del Municipio di Procida, il convegno “MareXperience”: ai saluti di Raimondo Ambrosino, sindaco di Procida, Francesco Alfieri, Capo Segreteria del Presidente della Regione Campania e consigliere del Presidente per i temi attinenti l’Agricoltura, le Foreste, la Caccia e la Pesca e di Antonio Marciano, questore alle finanze e consigliere regionale della Campania, faranno seguito una serie di interventi sul mondo della pesca.

Di analisi e prospettive della pesca attraverso i FLAG parlerà Filippo Diasco, direttore penerale per le Politiche agricole, alimentari e forestali della Regione Campania; di opportunità legate ai fondi FEAMP, invece, Claudia Esposito, in rappresentanza della SCARL Sviluppo mare isole di Ischia e Procida. Sulle competenze per la Blue Economy interverrà Maria Salette Longobardo, dirigente dell’istituto “Caracciolo” di Procida; di turismo esperienziale discuterà invece Achille Lauro, amministratore delegato di Achille Lauro Group. La nutrizionista Lucia Costagliola proporrà un focus sul benessere alimentare legato al mare. Al termine, un buffet didattico presso il ristorante “La Medusa”.

Lascia un commento

diciotto + dodici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.