Parma-Napoli 0-4. Gli Azzurri tornano alla vittoria in trasferta e blindano il secondo posto

Allo Stadio Ennio Tardini gol di Zielinski, Milik (doppietta) e Ounas

PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo, Gobbi; Rigoni, Kucka, Machin (53′ Siligardi); Biabiany (83′ Gazzola), Gervinho (78′ Schiappacasse), Inglese. All. D’Aversa

NAPOLI (4-4-2): Meret; Malcuit, Maksimovic (46′ Luperto), Koulibaly, Hysaj; Callejon, Allan, Fabian Ruiz, Zielinski (75′ Verdi); Mertens, Milik (88′ Ounas). All. Ancelotti

MARCATORI: 19′ Zielinski, 36′ e 73′ Milik, 82′ Ounas

ARBITRO: Chiffi della sezione di Padova

Il Napoli batte 4-0 il Parma e torna alla vittoria in trasferta, cosa che non accadeva da un po’ di tempo a questa parte (l’ultima col Cagliari nel 2018, ndr). Al Tardini ci si aspettava una partita difficile per la formazione di Ancelotti, che invece è stata brava a incalanarla nei giusti binari già dai minuti iniziali. Senza Insigne e nonostante il digiuno di Mertens, che non si è interrotto, a prendere in mano la squadra sono stati i polacchi Zielinski e Milik. Il primo è stato sicuramente tra i migliori in campo degli Azzurri, suo il gol che ha aperto le danze al 19′ del primo tempo. Non da meno la prestazione di Milik, autore di una splendida doppietta che gli ha permesso di salire a quota 14 gol in campionato, niente male per un giocatore che non sempre è schierato titolare. Nel finale quando Milik ha lasciato posto a Ounas, anche quest’ultimo si è messo in mostra segnando il gol del 4-0. Risultato meritato del Napoli, che grazie a questa vittoria blinda il secondo posto salendo a più 9 punti sull’Inter terza in classifica.

Al Tardini gli Azzurri trovano il gol dopo 19 minuti di gioco: assist di prima di Hysaj per Zielinski che si butta in area e palla del polacco a spiazzare Sepe, che resta fermo sulle gambe. Partita un po’ a senso unico, con il Napoli che tiene gli avversari nella loro metà campo. Inglese risulta essere troppo macchinoso e Gervinho è tenuto bene a bada dalla difesa azzurra, in particolare da Malcuit. Al 36′ Gagliolo abbatte Milik al limite dell’area. A battere la punizione è lo stesso Milik, che prova a inidirizzarla sotto la barriera: scelta azzeccata, il Napoli raddoppia.

A inizio secondo tempo il Napoli concede qualcosa in più agli avversari, gli Azzurri rallentano un po’. Tuttavia la squadra di D’Aversa non riesce a impensierire più di tanto quella di Ancelotti. I padroni di casa reclamano un rigore al 54′ per fallo di Malcuit su Bruno Alves, l’arbitro inizialmente accorda il penalty, salvo poi cambiare la sua decisione dopo l’intervento del Var. L’azione era macchiata infatti da un precedente fallo di Siligardi su Callejon. Col passare dei minuti le squadre si allungano e il Napoli trova il terzo gol, anche questa volta messo a segno da Milik. Partita chiusa ma all’82’ la formazione di Ancelotti trova pure il poker con Ounas, entrato proprio al posto di Milik. Bella partita da parte del Napoli, che resta a -13 dalla Juve prima ma allunga a più 9 dall’Inter terza, blindando di fatto il secondo posto in classifica.

FOTO: tratta da corrieredellosport.it

Lascia un commento

20 − 12 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.