Arsenal-Napoli 2-0. Per gli Azzurri il passaggio in semifinale si complica molto

All’Emirates Stadium il Napoli perde 2-0 con l’Arsenal, a segno con un gol di Ramsey e un’autorete di Koulibaly

ARSENAL (3-4-1-2): Cech; Sokratis, Koscielny, Monreal; Maitland-Niles, Torreira (22’st Elneny), Ramsey, Kolasinac; Ozil (12’st Mkhitaryan); Lacazette (12’st Iwobi), Aubameyang. All: Emery.

NAPOLI (4-4-2): Meret; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Fabian Ruiz (38’st Ounas), Zielinski; Insigne (38’st Younes), Mertens (11’st Milik). All: Ancelotti.

MARCATORI: 15’pt Ramsey (A), 25′ aut. Koulibaly (A).

ARBITRO: Undiano Mallenco (Spagna).

L’Arsenal batte 2-0 il Napoli nella gara di andata dei quarti di finale di Europa League. Tutto facile per gli inglesi, che hanno avuto la meglio con degli avversari, gli Azzurri, autori di una delle peggiori prove della stagione. La formazione di Ancelotti nel primo tempo è apparsa apatica, completamente involuta. Nel secondo tempo ha fatto vedere qualcosa di più dal punto di vista dell’intensità e della corsa, ma è stata troppo inconcludente. Eppure nella ripresa c’era l’occasione di accorciare le distanze, se non addirittura pareggiare. Il Napoli dei tempi migliori ce l’avrebbe fatta, con un avversario come l’Arsenal che negli ultimi venti minuti di gara si è abbassato sensibilmente e ha dimostrato di non avere una grande solidità difensiva. C’è da sperare che la sconfitta serva da lezione, perché giovedì nella gara di ritorno al San Paolo ci sarà bisogno di una grande prestazione da parte del Napoli, per non regalare altrimenti la qualificazione ai Gunners.

All’Emirates Stadium non ci sono particolari novità di formazione nell’Arsenal. Mentre nel Napoli Ancelotti sorprende un po’ tutti con la scelta di far giocare Insigne al posto di Milik. Una scelta che si rivelerà sbagliata. I “piccoli” Insigne e Mertens non riescono mai a mettere in difficoltà gli alti e statici difensori dell’Arsenal. Anche perché il centrocampo del Napoli perde tantissimi contrasti, con gli inglesi che sono molto più veloci ad arrivare prima su tanti palloni. Particolarmente brutta la prestazione dei terzini della formazione di Ancelotti, vale a dire Mario Rui e Hysaj. Da un errore del primo nasce il gol dell’1-0 dell’Arsenal, messo a segno da Ramsey al 15′. Ci si aspetterebbe la reazione del Napoli ma non arriva e questo manda su tutte le furie Ancelotti, che in panchina appare meno tranquillo del solito. Il 2-0 dell’Arsenal arriva al 25′ su un altro errore del Napoli, stavolta a commetterlo è Fabian Ruiz. Il centrocampista spagnolo si fa rubare palla dall’ex Samp Torreira, che va al tiro e infila Meret grazie alla deviazione sfortunata di Koulibaly in rete. A fine primo tempo Insigne ha l’occasione di accorciare le distanze ma la sciupa malamente.

Nel secondo tempo il Napoli mette più intensità dal punto di vista atletico ma non attacca con la giusta lucidità. L’Arsenal ha qualche buona occasione per fare il 3-0 ma Meret non si fa superare e compie diversi grandi interventi. Il Napoli ha l’occasione più ghiotta per accorciare con Zielinski, ma il polacco manda il pallone fuori a pochi passi dai pali difesi da Cech. Finisce 2-0 all’Emirates, la speranza ora è di vedere tra una settimana un altro Napoli.

FOTO: tratta da corrieredellosport.it

Lascia un commento

otto + quindici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.