Napoli-Arsenal 0-1. Gli Azzurri salutano definitivamente l’Europa League

Al San Paolo inglesi a segno con Lacazette su calcio di punizione. Il Napoli non riesce a rimontare il passivo dell’andata e viene eliminato

NAPOLI (4-4-2): Meret; Maksimovic (1′ st Mertens), Chiriches, Koulibaly, Ghoulam (26′ st Mario Rui); Callejon, Allan, Zielinski, Fabian Ruiz; Insigne (16′ pt Younes), Milik. All: Ancelotti

ARSENAL (3-4-1-2): Cech; Sokratis, Koscielny, Monreal; Maitland-Niles, Ramsey, Xhaka (16′ st Elneny), Kolasinac; Torreira; Aubameyang, Lacazette (23′ st Iwobi). All: Emery

MARCATORI: 36′ pt Lacazette (A)

ARBITRO: Hategan (Romania)

Napoli, 19 aprile – L’Arsenal batte 1-0 il Napoli nel ritorno dei quarti di Europa League con un gol di Lacazette. Gli Azzurri, il cui unico obiettivo stagionale era rimasto la conquista del secondo trofeo europeo per importanza dopo la Champions, salutano la competizione e certificano la loro stagione come estremamente deludente. Al San Paolo, davanti a circa 50mila tifosi azzurri, alla formazione di Ancelotti non riesce la rimonta. Ci si aspettava di vedere ben altro Napoli, troppo poco quanto mostrato dagli Azzurri. Certo, magari se l’arbitro non avesse annullato per presunto fuorigioco un gol a Milik la partita sarebbe potuta cambiare, ma la squadra è apparsa involuta. L’Arsenal ha avuto gioco facile, non ha dovuto faticare per difendere il vantaggio dell’andata e ha quasi passeggiato sul terreno del San Paolo. Anche dopo il gol di Lacazette, segnato grazie a una barriera sistemata incredibilmente male da Meret, il Napoli non ha mai dato la sensazione di poter sovvertire il risultato.

Solito 4-4-2 per la formazione di Ancelotti. L’allenatore dell’Arsenal, Unai Emery, presenta la stessa formazione della gara d’andata con la sola eccezione di Xhaka al posto di Ozil. Già dai primi minuti il Napoli appare troppo imballato, per vedere la prima conclusione degli Azzurri bisogna aspettare il minuto numero 17: cross di Koulibaly per Callejon, lo spagnolo fa partire un tiro di facile parata per Cech. Al minuto 23 il Napoli va in vantaggio con Milik su assist di Insigne, ma l’arbitro annulla per fuorigioco, chiamata questa molto dubbia. L’Arsenal non si scompone, difende bene e impensierisce il Napoli con le ripartenze. Al 35′ Maksimovic commette fallo su Lacazette. Meret siste (male) la barriera e lo stesso Lacazette segna su punizione.

A inizio ripresa Ancelotti inserisce Mertens per Maksimovic nel tentativo di recuperare il passivo, visto che ora il Napoli deve segnare almeno 4 gol. Al 48′ grande parata di Meret su Aubameyang, lasciato completamente libero di andare al tiro. Ancelotti fa uscire Insigne per Younes, sostituzione inaspettata per Lorenzo che non la prende bene e viene anche subissato dai fischi di una parte della tifoseria. Nei restanti minuti il Napoli ci prova a segnare ma manca sempre qualcosa nelle giocate, Milik fa collezione di errori. L’Arsenal nel finale rischia l’autogol con Monreal ma Cech riesce a far sua la palla. Dopo 3′ di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi, il Napoli saluta l’Europa.

FOTO: tratta da corrieredellosport.it

Lascia un commento

4 × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.