Governo Monti: in arrivo il decreto sull’utilizzo delle auto blu.

Questa mattina – 13 gennaio 2012 a Roma – il Presidente del Consiglio Mario Monti ha inviato al Tar (Tribunale Amministrativo Regionale) un DPCM (Decreto del Presidente del Consiglio) sull’utilizzo delle autovetture di servizio e di rappresentanza da parte delle pubbliche amministrazioni. Finalmente, il primo passo concreto che pone un freno alla continua emorragia della “casta“. Un decreto che avrebbe dovuto essere attuato da tempo e che per molti appare più che scontato, oggi ci viene proposto come un’ azione politica di massimo valore, tanto da essere lodata. Questo decreto mira ad ottemperare all’ordinanza del TAR n. 4139 del 10 novembre 2011 semplificando l’utilizzo alternativo dei mezzi di trasporto pubblico solo quando ne venga assicurata “uguale efficacia”. Il Presidente Monti ritiene che in questo modo il risparmio di spesa pubblica possa essere notevole.

Intanto continua la rivolta dei tassisti che già da ieri hanno manifestato contro la liberalizzazione delle licenze davanti a Palazzo Chigi, che il Governo Monti, in queste ore, ne sta valutando il contenuto. A Napoli, le auto taxi, sono rimaste l’intera notte a Piazza Plebiscito sospendendo per ore il servizio ai cittadini. Napoli, Roma, Torino, Trieste, sono le piazze più incisive nella rivolta. Tante le novità che questo nuovo Governo sta mettendo in gioco. Altrettante le critiche e i dissensi. Intanto i sindacati si preparano a scendere in piazza. Da Nord a Sud si prepara una serrata selvaggia, per molte categorie di lavoratori, su tutto il territorio nazionale.”Un giro di vite necessario per la crescita e lo sviluppo del Paese”, replica Monti. Si attendono nuovi tagli alla spesa pubblica, tagli necessari per ridurre il debito nazionale. Tagli che non toccheranno soltanto le fasce deboli ma – finalmente – corrodono anche quella parte di popolazione, la “casta”, finora protetta a scudo dalle Istituzioni.

Dure anche le critiche del segretario del PD, Pierluigi Bersani, rivolte ai partiti: sulla legge elettorale: “I leader dei partiti dicano esplicitamente e pubblicamente se sono disposti a convenire su un’agenda da affidare poi, ai gruppi parlamentari”. Il Leader del PD si dichiara disposto a cooperare con il nuovo Governo dettando un metodo efficace per ripristinare una linea equa di condotta da seguire per i prossimi due anni. Il PD con Bersani ora ha un volto diverso, un Leader pronto a lottare per il bene del Paese e di tutti i cittadini.

6 thoughts on “Governo Monti: in arrivo il decreto sull’utilizzo delle auto blu.

  1. Liberalizzando le licenze e con un taglio netto all’utilizzo talvolta improprio delle auto blu,i nostri politici nonché i funzionari delle varie amministrazioni pubbliche,potrebbero fare uso dei taxi nonchè andare alla scoperta dei nostri miseri mezzi pubblici,magari capiranno il disagio di chi la mattina fa sacrifici per raggiungere il posto di lavoro.Sia chiaro,non sono ammessi sconti..

    1. E’ la redde rationem, caro Giovanni. Spero solo che con il Governo Monti non si usi ancora il detto: “Fatta la legge, trovato l’inganno”. Grazie per il commento 🙂

  2. Liberalizzando le licenze e con un taglio netto all’utilizzo talvolta improprio delle auto blu,i nostri politici nonché i funzionari delle varie amministrazioni pubbliche,potrebbero fare uso dei taxi nonchè andare alla scoperta dei nostri miseri mezzi pubblici,magari capiranno il disagio di chi la mattina fa sacrifici per raggiungere il posto di lavoro.Sia chiaro,non sono ammessi sconti..

    1. E’ la redde rationem, caro Giovanni. Spero solo che con il Governo Monti non si usi ancora il detto: “Fatta la legge, trovato l’inganno”. Grazie per il commento 🙂

Lascia un commento

sette + quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.