Napoli-Atalanta 1-2. Gli Azzurri commettono un altro passo falso

Al San Paolo il Napoli passa in vantaggio con Mertens ma poi si fa rimontare dall’Atalanta con Zapata e Pasalic. I bergamaschi agganciano il Milan al quarto posto

NAPOLI (4-4-2): Ospina; Malcuit, Chiriches (13′ Luperto), Koulibaly, Hysaj; Callejon, Allan, Fabian Ruiz, Zielinski (81′ Verdi); Mertens (77′ Younes), Milik. All. Carlo Ancelotti.

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Mancini (46′ Palomino), Djimsiti, Masiello; Hateboer (76′ Gosens), De Roon, Freuler (54′ Ilicic), Castagne; Gomez, Pasalic; Zapata. All. Gian Piero Gasperini.

MARCATORI: 28′ Mertens (N) 69′ Zapata (A), 80′ Pasalic (A)

ARBITRO: Daniele Orsato (Schio)

Altro passo falso del Napoli. Dopo l’eliminazione in Europa League per mano dell’Arsenal, la formazione di Ancelotti ottiene un altro risultato negativo, perdendo al San Paolo con l’Atalanta nel posticipo della trentatreesima giornata del campionato di Serie A. Al gol del vantaggio di Mertens hanno risposto i bergamaschi con Zapata e Pasalic nel secondo tempo. Nel primo tempo ha giocato meglio il Napoli ma nel secondo l’Atalanta non ha sbagliato niente e dopo che gli Azzurri hanno sprecato alcune buone occasioni da gol, sia con Mertens che con Milik, la musica è cambiata con l’ingresso in campo di Ilicic che ha ridato geometrie alla formazione di Gasperini, fino ad allora in balia dei padroni di casa. Nell’ultimo quarto d’ora il Napoli è anche calato dal punto di vista fisico e a quel punto l’Atalanta è diventata padrona del gioco, trovando il gol con Pasalic su assist dell’autore del pareggio, l’ex Duvan Zapata. Una vittoria importante per gli uomini di Gasperini, che agganciano il Milan al quarto posto e sono sempre più protagonisti della lotta per un piazzamento in Champions League. Vittoria importante anche per il morale in vista della semifinale di ritorno di Coppa Italia che l’Atalanta giocherà giovedì con la Fiorentina. Per quanto riguarda il Napoli, ora Ancelotti avrà il suo bel da fare per far invertire la rotta ai suoi. C’è da difendere il secondo posto, almeno quello.

Nel primo tempo il Napoli fa vedere le giocate migliori. Al 10′ Mertens ha l’occasione per segnare il gol del vantaggio ma al momento di saltare Gollini inciampa sul terreno. Al 28′ Callejon scende sulla fascia e crossa, Mancini nel tentativo di anticipare Mertens fa carambolare la palla sul corpo dell’attaccante belga ed è 1-0. Pochi minuti dopo Mertens ha l’occasione per raddoppiare ma stavolta Mancini non si fa sorprendere. Al 35′ grande azione del Napoli con Zielinski, che al momento del tiro si fa murare da Gollini. Al 36′ la prima conclusione in porta dell’Atalanta con un tiro di Gomez da fuori area, Ospina si rifugia in angolo.

A inizio ripresa è ancora il Napoli a far vedere le cose migliori. Al 51′ Milik sfiora il raddoppio, riuscendo a mandare il pallone alle spalle di Gollini, ma Masiello con un grande intervento salva sulla linea di porta. Al 54′ Gomez prova nuovamente a sorprendere Ospina dalla distanza, il portiere del Napoli non si fa sorprendere. Al 69′ il pareggio dell’Atalanta: Hateboer crossa dal fondo, Zapata anticipa Koulibaly e insacca la palla in rete. Il Napoli ha l’occasione di tornare nuovamente in vantaggio con Milik, la sua conclusione dalla distanza è fuori di pochi millimetri. A trovare il gol però è ancora l’Atalanta con una grande azione di Zapata, che dopo aver scombussolato la difesa del Napoli passa una grande palla a Pasalic, che da pochi metri non sbaglia e firma il 2-1.

FOTO: tratta da corrieredellosport.it

Lascia un commento

20 − 10 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.