Spal-Napoli 1-2. Vittoria sofferta per gli Azzurri sul campo dei ferraresi

Il Napoli passa in vantaggio con Allan per poi farsi riprendere su rigore dalla Spal (gol di Petagna). Nel finale la rete di Mario Rui che regala i tre punti alla formazione di Ancelotti

SPAL (4-4-2): Viviano; Bonifazi, Cionek (43’st Jankovic), Vicari, Fares; Lazzari, Missiroli (30’pt Schiattarella), Murgia, Valoti (27’st Antenucci); Floccari, Petagna. All. Semplici.

NAPOLI (4-4-2): Meret; Malcuit, Koulibaly, Luperto, Mario Rui; Callejon (45’st Gaetano), Zielinski (39’st Ghoulam), Allan, Ruiz; Younes (20’st Verdi), Milik. All. Ancelotti.

MARCATORI: 4’st Allan (N), 38’st su rig. Petagna (S), 42’st Rui (N)

ARBITRO: Abbattista di Molfetta

Allo stadio Mazza di Ferrara il Napoli batte 2-1 la Spal e sale a quota 76 punti, avvicinandosi all’obiettivo fissato da Ancelotti di superare quota 80 punti per fine stagione. Partita sofferta quella degli Azzurri, che sono passati in vantaggio a inizio ripresa con Allan e poi hanno subito il pari all’84’ su calcio di rigore concesso dall’arbitro Abbattista per tocco di Luperto su Floccari. Dopo il gol dal dischetto di Petagna e quando ormai la partita sembrava destinata a finire con un pari è arrivato il gol di Mario Rui, gran tiro del terzino portoghese all’incrocio dei pali. La Spal però non si è arresa e ha provato fino alla fine a segnare la rete del 2-2, ma Meret ha salvato il Napoli facendo buona guardia sulla conclusione di Antenucci. Entrambe le squadre, nonostante la partita fosse ininfluente dal punto di vista della classifica, non si sono quindi risparmiate e hanno dimostrato di voler onorare queste ultime gare del campionato.

L’allenatore della Spal Leonardo Semplici non risparmia nessuno dei titolari, dimostrando di voler provare a battere il Napoli. Ancelotti invece sceglie di non rischiare Insigne e Mertens, entrambi alle prese con problemi muscolari. Ad affiacare Milik c’è Younes, mentre in difesa la novità è Luperto in coppia con Koulibaly. La prima azione pericolosa è della Spal al 3′ minuto di gioco: il colpo di testa di Floccari su cross Lazzari è a lato. Il Napoli non è da meno e al 6′ becca il palo con Milik, sulla ribattuta l’attaccante polacco trova la respinta di Viviano. Gli Azzurri creano scompiglio nella difesa avversaria in più di un’occasione ma Callejon, Younes e Milik risultano troppo imprecisi per inquadrare la porta.

Ad inizio ripresa finalmente il Napoli riesce a sbloccare il risultato con Allan, su un errore in fase di rinvio di Viviano. La partita continua ad essere molto combattuta e le azioni si susseguono da una parte e dell’altra. Al 38′ Luperto atterra in area Floccari e l’arbitro Abbattista non ha esitazioni nel concedere il penalty. Alla battuta va Petagna e fa 1-1. Negli ultimi minuti il Napoli ritrova il vantaggio con uno splendido tiro all’incrocio dei pali di Mario Rui. La Spal non si arrende e prova a segnare il gol del pari con Antenucci, ma Meret fa buona gurdia e salva i suoi. Finisce 2-1 per il Napoli una partita dominata dalle emozioni, nonostante le poche ambizioni di classifica delle due formazioni in campo.

FOTO: tratta da corrieredellosport.it

Lascia un commento

5 + sedici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.