“Ciak Irpinia”, evento di settore dedicato alle produzioni vitivinicole irpine

Oltre 500 visitatori e 60 giornalisti di settore il 18 maggio alla Dogana dei Grani di Atripalda. Bilancio esaltante per l’evento del Consorzio di Tutela dei Vini d’Irpinia

Numeri da record per la terza edizione di “Ciak Irpinia”, evento di settore dedicato alle produzioni vitivinicole irpine che si è svolto il 18 maggio alla Dogana dei Grani. Oltre 500 winelover hanno visitato gli stand delle 52 aziende irpine che hanno aderito alla kermesse organizzata, presso la Dogana dei Grani di Atripalda, dal Consorzio di Tutela dei Vini d’Irpinia con il patrocinio del Comune di Atripalda, della Provincia di Avellino e del Gal Irpinia-Sannio.

Massiccia anche la presenza dei media di settore con 60 giornalisti tra stampa regionale, nazionale ed estera. Assoluti protagonisti dell’evento, aperto da una cena di benvenuto al SorboLab di Sorbo Serpico dedicata alla stampa specializzata e alle aziende aderenti, le tre Docg Taurasi, Fiano di Avellino e Greco di Tufo, oltre alle Doc Irpinia, Aglianico, Campi Taurasini, Coda di Volpe e Falanghina. Complessivamente sono stati degustati 60 campioni delle produzioni selezionate.

Curatissimo, come sempre, il programma che si è aperto con la degustazione alla cieca delle nuove annate riservata ai componenti della commissione di esperti nazionali ed internazionali settoriali. Interessante la sessione di approfondimento della Commissione Tecnica Territoriale, presieduta dal Professore Luigi Moio, che ha illustrato i dati provenienti dal network di rilevatori meteo della Mastroberardino spa.

Poi spazio al Vintage Rating, un momento di confronto aperto alle aziende tra tecnici, giornalisti e produttori. Presenti, insieme a Moio, anche il professore Piero Mastroberardino, il presidente del Consorzio Stefano di Marzo e l’imprenditrice Milena Pepe. Hanno portato i saluti il sindaco di Atripalda Giuseppe Spagnuolo, il presidente della Commissione regionale Agricoltura Maurizio Petracca e il presidente del GalCilsi Donato Gioseffi. Molti partecipati i momenti di aperura degli stand ad appassionati e winelover che hanno potuto degustare le migliori produzioni locali

Soddisfatto il presidente Di Marzo che vede crescere il movimento e l’attenzione verso uno dei settori di riferimento dell’economia irpinia. “Il bilancio è sicuramente esaltante. In pochi anni “Ciak Irpinia” si è ritagliato uno spazio di assoluto prestigio all’interno del calendario di appuntamenti di settore regionale e nazionale. 

Siamo convinti che ci siano i margini per crescere ancora, come dimostra l’attenzione della stampa estera. La filiera vitivinicola irpina è una realtà sempre più consolidata anche sui mercati internazionali. Operare in sinergia – conclude Di Marzo – è una scelta vincente, destinata far crescere ulteriormente la visibilità delle nostre produzioni e dell’intero territorio irpino. Un obiettivo per il cui raggiungimento il nostro Consorzio è impegnato quotidianamente al fianco delle imprese irpine”.

Lascia un commento

1 × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.