Movida violenta a Napoli, 30 ragazzini aggrediscono 3 giovani

Denuncia alla Ps, i tre giovani “colpiti senza motivo”. Spari al Vomero

Napoli, 2 giugno – Tre giovani residenti in provincia di Napoli sono stati aggrediti e malmenati la scorsa notte da una baby gang composta, a detta delle vittime, da una trentina di ragazzini. Il fatto è avvenuto in vico Carrozzieri, zona Monteoliveto, nel cuore delle strade della movida partenopea.

Le vittime hanno rispettivamente 23, 21 e 20 anni. Alla Polizia di Stato hanno raccontato di aver incrociato il branco di ragazzini e che da uno scambio di parole grosse, per futili motivi, si è poi passati all’aggressione con pugni e calci. I feriti sono stati medicati in ospedale e dimessi: il 20enne ha riportato contusioni al fianco e al torace, con prognosi di due settimane; per gli altri due, lieve trauma cranico e trauma facciale guaribili in sette e dieci giorni.

Le vittime non hanno saputo fornire descrizioni precise degli aggressori, riferendo solo il loro numero approssimativo e l’età, più o meno compresa tra i 14 e i 18 anni.

Al Vomero invece, sempre nella serata di ieri, verso le 23, sono stati esplosi alcuni colpi di pistola a salve tra la folla in via Scarlatti. Autore del gesto un ragazzino. Gli spari hanno prodotto paura tra la folla, che si è accalcata per fuggire: non si segnalano però feriti. Sul posto i Carabinieri hanno recuperato un colpo a salve inesploso.

Lascia un commento

venti − 10 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.