Serata finale di Isolympia, Giochi Isolimpici Partenopei al Maschio Angioino

Lunedì 8 luglio 2019 – ore 20,00 – la V Edizione, Speciale Universiadi

Si conclude la sera dell’8 luglio, nella splendida cornice del Maschio Angioino, la V Edizione Isolympia – Giochi Isolimpici Partenopei, che, come Evento collegato alla XXX Universiade Estiva di Napoli, ha spostato la competizione dai talenti sportivi che si confronteranno fino al 14 luglio, alle eccellenze nel settore artistico dei giovani Cultori, la fascia di età analoga a quella degli atleti delle Universiadi.

Gli organizzatori dell’Universiade hanno accolto Isolympia nel palinsesto delle iniziative collaterali, consapevoli che Sport ed Arti hanno entrambe un linguaggio universale, che consente di travalicare barriere e pregiudizi e favoriscono l’incontro e il dialogo interculturale.

E non a caso Percorsi – Strade, Incroci, Storie, Incontri è il tema su cui si sono confrontati novelli scrittori di racconti e poesie, che sulla suggestione del numero 42 – i chilometri della Maratona, il percorso sportivo per eccellenza – sono costituiti da 420 parole per la prosa e 42 per la lirica.

Le opere dei finalisti, individuati la sera del 2 luglio dalla Giuria Popolare e Tecnica, costituita dalla scrittrice Vincenza Alfano e dall’editore Valtrend per la scrittura, dalla Maestra Angelina Le Piane e dal Direttore argentino Jorge Lhez Ucasal per la musica, troveranno  la loro migliore valorizzazione grazie alla calda voce ed alla interpretazione di Alessandro Incerto, noto attore di numerose fiction televisive.

La suggestione della recitazione dal vivo sarà alternata alle performance dei finalisti del settore musicale, anch’essi selezionati il 2 luglio.

Non mancheranno tuttavia esibizioni fuori concorso, a partire da un omaggio di inediti di Giorgio Manacorda, a coreografie di danza, che interpretano in maniera del tutto originale il connubio del movimento sportivo e coreutico, nonché della universalità nel tempo e nello spazio dei linguaggi di Sport ed Arte. Cameo di Tango, vero incontro di corpi e nostalgia di percorsi e lontananze, a cura di Alexandre Bellarosa e Mariana Ávila.

I vincitori della categoria musica riceveranno un premio alle eccellenze offerto da Metropolitana di Napoli, mentre i neo scrittori avranno la possibilità di pubblicare le loro opere in un volume edito dall’Editore Valtrend, con illustrazioni degli allievi dell’Accademia delle Belle Arti, mentre tutte le realizzazioni artistiche andranno a costituire in autunno una mostra collettiva.

Durante la conferenza stampa al MANN con Davide Tizzano sono già stati premiati i vincitori della sezione Fumetto per le Arti Figurative, che sono risultati, nell’ordine dal terzo al primo posto, Josephine Montella, Silvana Di Somma e Giovanni Vacirca, che hanno con straordinaria creatività dato un volto agli antichi vincitori dei Sebastà, il leggendario pugilatore Melankòmas, Hermogenes, più volte vincitore dei Sebastà nella corsa ed Artemidoros, il pancraziaste.

Presenta la serata Noemi Cognigni. Ospiti internazionali di prestigio la sera dell’8 luglio Alexandra de Coubertin, presidente dell’Association Familiale Pierre de Coubertin, Eric Monin Delegato cultura Parigi 2024 e vice rettore Università Paris Compte.

Lascia un commento

uno × 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.