Carabiniere ucciso a Roma si era sposato un mese fa

Comandante Stazione, ‘era un ragazzo d’oro, faceva volontariato’

Mario Cerciello Rega, il carabiniere ucciso la notte scorsa a Roma, era tornato dal viaggio di nozze lunedì scorso, per festeggiare nella capitale il suo compleanno.

L’uomo si era sposato lo scorso 19 giugno. “Non aveva ancora nemmeno disfatto i bagagli”, racconta commosso il comandante della stazione dei Carabinieri di Piazza Farnese Sandro Ottaviani. “Mario – aggiunge – era un ragazzo d’oro, non si è mai risparmiato nel lavoro. Era un punto di riferimento per l’intero quartiere dove ha sempre aiutato tutti. Era un volontario per l’ordine dei Cavalieri di Marta dove faceva il barelliere e accompagnava i malati a Lourdes e a Loreto.

Lascia un commento

19 + 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.