Fiorentina-Napoli 3-4. Buona la prima per gli Azzurri

Al Franchi gol e spettacolo. Dopo il vantaggio della Fiorentina con Pulgar il Napoli rimonta con Mertens e Insigne prima del 2-2 di Milenkovic. Poi gli azzurri ancora in vantaggio con Callejon si fanno riprendere dai viola con il gol di Boateng. Decisivo ancora Insigne, che regala al Napoli i 3 punti con la rete del 4-3

FIORENTINA (4-3-3): Dragowski; Lirola, Milenkovic, Pezzella, Venuti; Castrovilli, Badelj (73′ Benassi), Pulgar; Sottil (78′ Ribery), Vlahovic (61′ Boateng), Chiesa. All. Montella

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui (71′ Ghoulam); Allan (71′ Elmas), Zielinski; Callejon, Fabian Ruiz, Insigne; Mertens (84′ Hysaj). All. Ancelotti

MARCATORI: 9′ rig. Pulgar (F), 38′ Mertens (N), 43′ rig. e 67′ Insigne (N), 52′ Milenkovic (F), 56′ Callejon (N), 65′ Boateng (F)

ARBITRO: Massa di Imperia

Buona la prima per il Napoli che al Franchi di Firenze batte 4-3 la Fiorentina con una bella prestazione e risponde alla vittoria della Juve sul campo del Parma. Gli azzurri sono protagonisti di un brutto avvio di partita, per almeno 30 minuti iniziali in balia dei viola che partono forte sulle ali dell’entusiasmo. La Fiorentina infatti va a mille ma poi col passare dei minuti inizia a calare e il Napoli trova la giocata del singolo a rimettere a posto le cose: Mertens al 38′ con una magia risponde al gol iniziale di Pulgar su rigore. Appena cinque minuti dopo altro rigore concesso da Massa, stavolta al Napoli. Mertens nel contatto con Castrovilli si lascia cadere ma poco prima c’è il tocco di mano di Pulgar sul cross di Callejon, episodio determinante nella concessione del penalty. Dal dischetto va Insigne, che non sbaglia e porta il Napoli in vantaggio. In avvio di ripresa la Fiorentina pareggia con una imbeccata di testa di Milenkovic, poi il neoentrato Boateng replica al gol di Callejon prima del definitivo vantaggio del Napoli con Insigne.

Riparte dal Franchi la stagione del Napoli, squadra rinforzata dal mercato e che avendo cambiato pochissimo sembra destinata a competere anche quest’anno con la Juve per lo scudetto. Ancelotti, che non può contare sull’infortunato Milik, schiera i suoi con il 4-2-3-1 e Mertens centravanti. Tra gli Azzurri non c’è l’ultimo acquisto Lozano, ma sono in campo i nuovi arrivati Manolas e Di Lorenzo. Nelle fila della Fiorentina, squadra che ha cambiato un bel po’ di uomini, il neoacquisto Ribery siede in panchina (entrerà solo nel finale, ndr). Il modulo scelto da Montella è il 4-3-3 con il tridente formato da Chiesa, Vlahovic e Sottil. I Viola sulle ali dell’entusiasmo partono a mille e passano in vantaggio all’8′, quando Massa concede un penalty per tocco di mano in area di Zielinski, decisione confermata dal Var: Pulgar dal dischetto non sbaglia. La reazione del Napoli non c’è, la gara è dominata dalla Fiorentina che nega la costruzione del gioco ai partenopei per almeno mezz’ora. Al 38′ una magia di Mertens permette al Napoli di trovare il pareggio, poi al 43′ altro rigore concesso da Massa, stavolta al Napoli. Il rigore viene concesso agli Azzurri per il tocco di mano di Pulgar sul cross di Callejon, prima del contatto tra Mertens e Castrovilli. Sul dischetto va Insigne che non sbaglia e porta il Napoli in vantaggio.

La ripresa è forse ancora più avvincente dei primi 45 minuti. Al 52′ il gol del pari di Milenkovic, bravo a svettare di testa prima di tutti in area di rigore. Al 56′ è Callejon a riportare avanti il Napoli dopo aver ricevuto una grande palla dai piedi di Insigne. Nei Viola entra Boateng, che si mette subito in mostra segnando il gol del 3-3. Le emozioni però non sono finite: dopo appena sei minuti Insigne appoggia in rete di testa su cross di Callejon. Nel finale entra anche Ribery, che invoca un rigore per la Fiorentina dopo la trattenuta di Hysaj. Il Var non interviene ma dalle immagini televisive la trattenuta sembra leggermente fuori area. Al Franchi la gara termina 4-3 per il Napoli, che ora in tutta serenità può prepararsi alla trasferta di Torino dove ad attenderlo c’è la Juve.

Lascia un commento

17 − 14 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.