Pillole di calcio. Omar El Kaddouri.

PERCORSO. “Al torneo di Viareggio ho giocato all’Anderlecht e subito dopo sarei dovuto andare all’Udinese salvo un blitz improvviso del Brescia. Nelle rondinelle ho giocato per quattro anni: l’inizio non è stato buono perchè non è stato facile ambientarmi nel campionato italiano” (Omar El Kaddouri).

NAZIONE. “Io ringrazio e continuerò a ringraziare il Belgio ma voglio giocare nel Marocco” (ibidem).

POSIZIONE. “Personalmente non ho una posizione preferita. Per esempio l’anno scorso ho giocato sia nel ruolo di mezz’ala che in attacco. Per me vanno bene entrambi i ruoli. Andando a giocare il Lega Pro ho capito che mi devo guadagnare il posto con sudore e sacrificio” (ibidem).

MISTER. “Io sapevo già che a Napoli nessuno ha il posto fisso garantito. E il mister Mazzarri mi ha detto questo e mi ha anche illustrato le sue dinamiche di gioco. Mi ha spiegato le sue dinamiche di lavoro e il progetto che vuole fare quest’anno” (ibidem).

CONDIZIONE. “Stanno monitorando le mie condizioni fisiche. Al momento non posso dire di essere al massimo perchè non ho fatto la preparazione dopo le Olimpiadi” (ibidem).

AMBIENTAMENTO. “Lo spogliatoio mi ha accolto molto bene. Sono stati tutti davvero disponibili con me. A Palermo è stato bello iniziare subito con una vittoria, speriamo di continuare sempre così” (ibidem).

COMPAGNI. “Ero un pò emozionato all’inizio nel vedere dal vivo gente come Maggio, Cavani e altri. Confido una certa paura da parte mia perchè li vedevo solo in tv e poi ho scoperto che sono persone splendide che subito ti fanno inserire parlandoti subito senza problemi” (ibidem).

IDOLO. “Il mio mito rimane sempre Zidane sia in campo che fuori” (ibidem).

OBIETTIVO. “Per noi giovani è sempre importante trovare spazio in massima serie, dobbiamo cogliere al meglio questa possibilità. Non ho obiettivi fissi, ma vorrei iniziare giocare magari domenica, per sentire i tifosi cel San Paolo che sono eccezionali” (ibidem).

NAPOLI. “Quando giocavo nell’Alto Adige avevo sei napoletani in squadra che mi parlavano già della città. E mi hanno detto che mi chiameranno per farmi visitare la città” (ibidem).

Lascia un commento

13 + quattordici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.