Napoli-Brescia 2-1. Al San Paolo vittoria sofferta grazie ai gol di Mertens e Manolas

Il Napoli torna a -6 punti dall’Inter capolista (-4 dalla Juve). La vittoria arriva grazie ai gol di Mertens e Manolas nel primo tempo. Per il Brescia gol di Balotelli nella ripresa

NAPOLI (4-4-2): Ospina, Di Lorenzo, Manolas (20′ st Luperto), Maksimovic (31′ st Hysaj), Ghoulam; Callejon, Allan, Fabian Ruiz, Zielinski; Mertens, Llorente (28′ st Elmas). All: Carlo Ancelotti

BRESCIA (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Chancellor, Cistana, Martella (24′ st Mateju); Bisoli, Tonali, Dessena (27′ st Romulo); Spalek (40′ st Matri); Donnarumma, Balotelli. All: Eugenio Corini

MARCATORI: 13′ pt Mertens (N), 49′ pt Manolas (N), 22′ st Balotelli (B).

ARBITRO: Manganiello di Pinerolo

Al San Paolo il Napoli batte 2-1 il Brescia nel lunch match della sesta giornata di campionato e torna a -6 punti dall’Inter capolista (e a -4 dalla Juve seconda in classifica). A firmare la vittoria degli Azzurri i gol di Mertens e Manolas nel primo tempo, poi nella ripresa la formazione di Ancelotti soffre e, dopo aver sprecato qualche buona occasione, subisce la rete delle Rondinelle con Balotelli. La vittoria era fondamentale per non perdere ulteriori punti rispetto alle prime della classe ed è arrivata, ma come sottolineato anche da Mertens a fine partita, il Napoli non può essere pienamente soddisfatto. Ancora una volta, infatti, gli Azzurri hanno creato tante occasioni da gol ma ne hanno concretizzate solo due, così facendo si sono esposti al ritorno del Brescia, che nel secondo tempo si è dato da fare e dopo il gol di Balotelli ha messo una certa pressione psicologica al Napoli. La partita andava chiusa prima ma gli Azzurri, nonostante si giocasse al San Paolo e nonostante la propria superiorità tecnica, non ci sono riusciti. Aspetto sul quale Ancelotti dovrà lavorare molto nelle prossime settimane, il Napoli è forte ma per vincere qualcosa serve continuità, quella che finora è sempre mancata.

Con Koulibaly squalificato Ancelotti manda in campo la coppia di centrali Manolas-Maksimovic, con Di Lorenzo e Ghoulam ai lati. In attacco invece si affida alla coppia Mertens-Llorente. Il tecnico del Brescia risponde con l’attacco formato dalla coppia Balotelli-Donnarumma. Il Napoli vuole riscattarsi dalla brutta sconfitta con il Cagliari e lo si capisce fin dai primi minuti di gioco. Al 13′ Mertens porta in vantaggio gli Azzurri su assist in scivolata di Callejon (servito a sua volta da Fabian Ruiz). Per l’attaccante belga è la rete numero 114 con la maglia del Napoli ed è a un passo dal raggiungere il record di Maradona (115). La formazione di Ancelotti raddoppia con Manolas, ma il gol viene annullato per un tocco col braccio confermato dal Var. Con il passare dei minuti, sotto gli attacchi del Napoli, la squadra di Corini perde compatezza e il raddoppio è nell’aria. A pensarci è proprio Manolas, che sugli sviluppi di un calcio d’angolo calciato da Mertens anticipa Joronen è fa 2-1.

Nel secondo tempo la partita cambia faccia. Il Napoli inizia a concedere molto al Brescia, che tenta di approfittarne. Al 49′ Tonali con un tiro dalla distanza mette la palla in rete ma il gol viene annullatto dal Var per fallo precedente di Bisoli su Maksimovic. Il Napoli si rifà vivo in attacco e tra il 60′ e il 65′ ha tre occasioni per chiudere la partita, prima con Llorente, poi con Mertens e infine con Di Lorenzo. Gol non fatto gol subito, al 67′ infatti Balotelli accorcia le distanze di testa su angolo calciato da Tonali. Il Napoli è in difficoltà e Balotelli ci riprova, stavolta senza successo. Al 96′ Elmas ha l’occasione per fare 3-1 ma il suo tiro esce di pochissimo. Il Napoli conquista 3 punti soffrendo, per il Brescia invece è un’altra sconfitta piena di rimpianti.

Lascia un commento

diciotto − 13 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.