Napoli-Genk. Al San Paolo gli Azzurri si giocano l’accesso agli ottavi di Champions

Squadre in campo alle ore 18.55. Al Napoli basta un pari per qualificarsi

Questa sera il Napoli affronta in casa al San Paolo il Genk nella sesta e ultima giornata della fase a gironi di Champions League. Agli Azzurri, secondi nel gruppo E con 9 punti, basta il pari per qualificarsi: a quel punto il Salisburgo, che ha attualmente 7 punti, sarebbe fuori dai giochi (gli austriaci affrontano il Liverpool in casa, ndr). La vittoria per la formazione di Ancelotti è ampiamente alla portata e al San Paolo non dovrebbero mancare le emozioni per i tifosi Azzurri. Finora in Champions il Napoli non ha deluso, cosa che invece ha fatto in campionato. Inspiegabile il diverso rendimento che gli Azzurri hanno finora avuto nelle due competizioni. Il problema forse va ricercato nella mancanza di stimoli in campionato, anche se i più maligni tra i tifosi sostengono che i giocatori diano tutto in champions per mettersi in mostra a potenziali nuovi acquirenti (specie i tanti in scadenza come Mertens e Callejon, ndr) e che abbiano deliberatamente deciso di snobbare la Serie A. Illazioni, se così fosse il loro non sarebbe un comportamento da professionisti. Il Napoli salvo sorprese stasera sarà qualificato agli ottavi. Indipendentemente dal risultato però c’è chi vocifera che Ancelotti possa lasciare la panchina per far posto all’amico Gattuso, pupillo dello stesso Carlo. Possibile, lo si saprà solo nelle ore successive alla partita col Genk. Le voci che vorrebbero un cambio della guida tecnica intanto si fanno sempre più insistenti, motivo di fibrillazione tra i tifosi più che la gara in sé con la formazione belga.

Per quanto riguarda le formazioni Ancelotti recupera Allan e Milik, con quest’ultimo che si gioca un posto con Mertens in attacco. Ancora fuori invece Ghoulam e Maksimovic. In difesa quindi Koulibaly e Manolas al centro con Di Lorenzo e Mario Rui ai lati. In mediana Fabian Ruiz e Allan con Callejon a destra e Zielinski a sinistra. In attacco Lozano e Milik.

Il tecnico del Genk, Hannes Wolf, dovrà fare a meno dell’infortunato Carlos Cuesta. Il modulo dovrebbe essere il 4-3-3 con Vandervoodt tra i pali e una linea a quattro in difesa formata da Maehle, Lucumí, Dewaest ed Uronen. A centrocampo Hrosovsky, Hagi e Berge, In attacco Samatta punta centrale con a supporto Ito e Ndongala.

Probabili formazioni:

NAPOLI (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Fabian Ruiz, Zielinski; Lozano, Milik.

GENK (4-3-3): Vandevoordt; Maehle, Lucumí, Dewaest, Uronen; Hrosovsky, Hagi, Berge; Ito, Samatta, Ndongala.

ARBITRO: Cüneyt Çakir (Turchia)

Lascia un commento

diciassette + quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.