Epifania: oltre 3,5 mln di italiani al rientro, il bilancio delle feste

Città e località d’arte in cima alle preferenze degli italiani con il 48% seguite dalla montagna spinta dalla neve con il 38%

Al rientro 3,5 milioni di italiani che hanno scelto di trascorrere il fine settimana dell’Epifania in vacanza con il lungo weekend della Befana che ha favorito le partenze che si sono aggiunte a quelle di coloro che erano fuori casa da Capodanno o addirittura da Natale. E’ quanto stima la Coldiretti nel sottolineare che il bilancio delle feste di fine ed inizio anno conferma il trend positivo per viaggi e consumi.

Sul podio delle destinazioni nelle vacanze salgono le città e le località d’arte con il 48% seguite dalla montagna spinta dalla neve con il 38% mentre il resto si divide tra terme, mare e campagna. Il 67% ha scelto di alloggiare in case proprie, di parenti e amici o in affitto mentre il 24% ha preferito l’albergo secondo l’analisi Coldiretti/Ixe’, ma tengono le formule alternative come bed and breakfast e agriturismi dove si sono moltiplicate le iniziative per la notte della Befana.

La capacità di mantenere inalterate le tradizioni enogastronomiche nel tempo resta – sottolinea la Coldiretti – la qualità più apprezzata degli agriturismi italiani che si confermano infatti come la più valida alternativa ai pranzi e ai cenoni casalinghi delle feste. Nel tempo gli oltre 23mila agriturismi italiani hanno però qualificato notevolmente la propria tradizionale offerta di alloggio e ristorazione con servizi innovativi per sportivi, nostalgici, curiosi e ambientalisti, come – precisa la Coldiretti – l’equitazione, il tiro con l’arco, il trekking o attività culturali come la visita di percorsi archeologici o naturalistici, ma anche corsi di cucina e wellness.

Si concludono cosi le due settimane più importanti dell’anno per i consumi degli italiani che hanno speso in media per le feste 549 euro a famiglia destinati nell’ordine per il 40% ai regali, per il 28% al cibo, per il 19% ai viaggi e per l’11% ai divertimenti nei musei, al cinema, al teatro e nei concerti secondo elaborazioni Coldiretti su dati Deloitte. La spesa complessiva quest’anno – conclude la Coldiretti – è superiore dell’1,5% rispetto a quella dello scorso anno è colloca l’Italia sul podio in Europa dei top spender per le festività .

Lascia un commento

20 − dodici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.