Napoli, bracconieri di ricci di mare fermati alla Gaiola

Presi con 38 chili di ricci di mare

I soggetti sono stati fermati questa mattina, dal Nucleo Carabinieri Subacquei, durante l’attività di controllo dell’Area Marina Protetta Parco Sommerso di Gaiola. I due pescatori di frodo, all’arrivo degli uomini dell’Arma avevano catturato circa 38 chili di ricci di mare, pari a 1000 esemplari.

I bracconieri provenivano da Torre del Greco. In pratica svolgevano l’attività con un piccolo natante munito di un compressore grazie al quale riuscivano a pescare i ricci. Naturalmente la pesca di ricci di mare, all’interno dell’Area Marina Protetta è assolutamente vietata ed è reato penale.

Lascia un commento

tre × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.