Napoli-Torino 2-1. Al San Paolo decidono i gol di Manolas e Di Lorenzo

Tutto facile per la formazione di Gattuso tra le mura amiche. Peccato solo per il gol di Edera nei minuti finali, che ha permesso al Toro di accorciare e ha mandato su tutte le furie l’allenatore del Napoli

NAPOLI (4-1-4-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Hysaj; Fabian, Lobotka (35′ st Allan), Zielinski; Politano (39′ st Elmas), Milik (29′ st Mertens), Insigne. Allenatore: Gattuso

TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Bremer; De Silvestri, Baselli (21′ st Meite), Rincon (38′ st Verdi), Lukic, Ansaldi; Belotti, Zaza (38′ st Edera). Allenatore: Longo

MARCATORI: 19′ pt Manolas (N), 37′ st Di Lorenzo (N), 46′ st Edera (T).

ARBITRO: Mariani di Aprilia

Al San Paolo il Napoli batte 2-1 il Torino nell’anticipo della 26esima giornata del campionato di Serie A. Partita decisa dai gol di due difensori, Manolas al 19′ del primo tempo e Di Lorenzo all’82’. Tutto facile per la formazione di Gattuso, che dopo il primo gol si è limitata a controllare senza fretta di affondare il colpo. Il Toro invece non è quasi mai riuscito a rendersi pericoloso e adesso la situazione in casa granata si fa veramente sempre più difficile, visto che diventano 6 le sconfitte consecutive: prima del Napoli i granata hanno perso con Sassuolo, Atalanta, Lecce, Sampdoria e Milan. Questi risultati sono costati la panchina a Walter Mazzarri e adesso condizionano il percorso di Moreno Longo. Tornando al Napoli peccato solo per il gol preso nel finale, con Edera tutto solo in area di rigore e libero di colpire di testa. Una disattenzione da parte della difesa che ha fatto arrabbiare non poco Gennaro Gattuso. Un errore dovuto a superficialità e mancanza di cattiveria ha poi spiegato il tecnico. Quello che più conta sono comunque i tre punti, grazie ai quali il Napoli si avvicina alla Roma quinta in classifica, impegnata oggi nella delicata trasferta di Cagliari.

Formazione tipo per Gattuso, che a dispetto delle previsioni lascia fuori solo Demme: dentro al suo posto Lobotka. In attacco c’è Milik, fuori Mertens non al meglio dopo l’infortunio subito nella gara di Champions con il Barcellona. Nei primi minuti meglio gli ospiti, il Torino infatti sfiora il vantaggio con De Silvestri. I granata provano a schiacciare il Napoli, ma i ragazzi di mister Gattuso con il passare dei minuti diventano padroni del gioco. Al 10′ prova a far gol Milik, tiro troppo centrale del polacco e Sirigu smanaccia, facendosi trovare pronto anche sulla ribattuta di Insigne. Al 19′ punizione per il Napoli battuta da Insigne, Manolas è più lesto di tutti e di testa beffa il portiere granata: è 1-0 per gli Azzurri. La formazione di Gattuso continua a creare occasioni da gol, ma prima Politano e poi Insigne non riescono a finalizzare.

Nella ripresa la musica non cambia e gli attaccanti del Napoli hanno altre occasioni per raddoppiare, ma il gol non arriva perché sono troppo imprecisi. Gattuso nel frattempo fa entrare prima Mertens e poi Allan. Il gol arriva all’82’ ancora grazie a un difensore: splendida palla di Mertens per Di Lorenzo, che a pochi passi dalla porta non sbaglia. Nel finale calo di concentrazione del Napoli, il Toro va in gol con Edera lasciato colpevolmente libero di concludere di testa su cross di Ansaldi. La rete dei granata per come è arrivata manda su tutte le furie Gattuso, che può tuttavia sorridere per la terza vittoria di fila in campionato.

Lascia un commento

7 − tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.