Coronavirus: +80% farina, boom pane e pasta fatti in casa

A finire nel carrello della spesa degli italiani sono stati anche ingredienti tipici della pasticceria casalinga

Con un +80% degli acquisti di farina è boom di pane, pasta e dolci fatti in casa per le famiglie italiane ma anche i tanti Vip costretti a rimanere tra le mura domestiche a causa dei limiti alla mobilità. E’ quanto emerge dall’analisi della Coldiretti su come sono cambiate le abitudini di spesa e consumo al tempo del Coronavirus. A finire nel carrello della spesa degli italiani – sottolinea la Coldiretti – sono stati anche gli altri ingredienti tipici della pasticceria casalinga come lo zucchero che fa segnare un aumento del 28% degli acquisti ed il latte Uht con cresce del 20%, nelle prime due settimane dell’emergenza COVID 19 secondo i dati del mondo Coop.

Con l’esigenza di passare il tempo fra le mura domestiche per le limitazioni alle uscite imposte dalle misure restrittive anti pandemia si è tornati a preparare dolci, pane e pasta fatta in casa secondo una tradizione che appassiona oggi quasi una famiglia su tre (32%) secondo l’indagine Coldiretti Ixè.

Una scelta motivata – sottolinea la Coldiretti – dalla necessità di ridurre al minimo le uscite giornaliere da casa evitando i rischi del contagio e le lunghe file davanti a fornai e supermercati. La cucina è tornata ad essere il centro della vita quotidiana a partire dalla prima mattina con la colazione e la decisione sul menu per poi proseguire durante il giorno nella preparazione delle ricette con il contributo dell’intera famiglia e – continua la Coldiretti – il coinvolgimento dei appassionato dei più piccoli. Uno stile di vita più salutare anche per la dieta con l’addio – precisa la Coldiretti – ai cibi spazzatura.

Lascia un commento

19 + quattordici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.