A scuola con il vaccino, la Regione Campania punta su antinfluenzale e mascherine per tutti gli studenti

Iniziato oggi il confronto sulle regole in vista del prossimo anno scolastico, in attesa della definizione delle linee guida nazionali

Vaccini antinfluenzali, mascherine e ampi margini discrezionali riconosciuti ai pediatri sui tamponi: sono queste alcune misure verso le quali si sta orientando la Regione Campania per la ripresa delle lezioni scolastiche in autunno, in attesa della definizione delle linee guida nazionali. Ne hanno parlato quest’oggi in un incontro il governatore Vincenzo De Luca e le rappresentanze dei medici pediatri della Campania. All’incontro era presente l’assessore regionale alla Pubblica Istruzione Lucia Fortini e in videoconferenza il deputato e pediatra Paolo Siani.

“Abbiamo voluto questo primo incontro per avviare subito un confronto diretto con i medici pediatri, per ascoltare le loro proposte, e per prepararci alla ripresa del prossimo anno scolastico che già oggi presenta diverse criticità da affrontare subito”, ha dichiarato De Luca. “Occorre essere già pronti su più fronti, dalle vaccinazioni alla definizione di un piano sanitario mirato per la scuola e tutte le sue componenti”, ha aggiunto.

I punti sui quali si avviano da subito una serie di iniziative, in attesa della definizione di linee guida nazionali, sono: “Una campagna di vaccinazione antinfluenzale per la popolazione scolastica che dovrà essere la più estesa possibile; garantire, come è già garantito, che i pediatri possano prescrivere in autonomia i tamponi che dovranno avere una risposta rapidissima; procedere anche con gli uffici regionali alla definizione del fabbisogno di aule e spazi; garantire sia ai pediatri che alle scuole, la piena disponibilità di dispositivi di protezione individuale”.

Lascia un commento

diciassette − 11 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.