Gli operai della Whirlpoll non mollano la lotta

Timori per data 31 ottobre con annuncio chiusura stabilimento

Napoli, 31 maggio – Una vertenza lunga un anno: sono trascorsi esattamente dodici mesi da quando gli operai della Whirlpool Napoli furono informati, in un incontro a Roma con i vertici della multinazionale, che la fabbrica sarebbe stata chiusa. Un dramma occupazionale per una fabbrica che occupa direttamente oltre 400 dipendenti e che con l’indotto arriva a circa 100 lavoratori.

Ad oggi, l’unica certezza è la data del 31 ottobre, fissata dagli americani come ultimo giorno prima della dismissione. Oggi gli operai si sono dati appuntamento in una diretta Facebook, collegandosi dalla sala delle assemblee del sito di Napoli. Numerosi gli interventi, in diretta o con videomessaggi del mondo istituzionale e della società civile a sostegno della loro vertenza. Da quel 31 maggio 2019 non si sono fermati un attimo e hanno continuato a lottare per difendere il proprio lavoro.

Lascia un commento

quattordici + 18 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.