Il boss Zagaria resta ai domiciliari

Tribunale Sassari solleva eccezione illegittimità costituzionale

Napoli, 9 giugno – Non torna in carcere, per il momento, il boss dei Casalesi Pasquale Zagaria, messo agli arresti domiciliari nell’aprile scorso per motivi di salute per l’indisponibilità delle strutture sanitarie sarde, tutte riconvertite e destinate all’emergenza Covid, di potergli garantire la prosecuzione delle cure per una grave neoplasia diagnosticata a fine ottobre 2019.

Il Tribunale di Sorveglianza di Sassari ha infatti sollevato eccezione di illegittimità costituzionale del decreto (29/2020), emanato per frenare la scarcerazione di malavitosi durante la pandemia.

Lascia un commento

4 + undici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.