Hellas Verona-Napoli 0-2. Milik e Lozano regalano la vittoria agli Azzurri

Al Bentegodi il Napoli batte 2-0 il Verona grazie a un gol nel primo tempo di Milik e a un altro nel finale di gara di Lozano. Sul risultato di 0-1 annullato un gol ai padroni di casa per un tocco di Zaccagni prima del cross (decisione dell’arbitro presa con l’ausilio del Var)

VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Empereur; Faraoni, Veloso, Amrabat (39′ st Stepinski), Lazovic (40′ st Dimarco); Verre (32′ st Pessina), Zaccagni (25′ st Salcedo); Di Carmine (24′ st Pazzini). Allenatore: Juric

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Hysaj (22′ st Ghoulam); Zielinski, Demme (27′ st Lobotka), Allan (22′ st Ruiz); Politano (39′ st Lozano), Milik (27′ st Mertens), Insigne. Allenatore: Gattuso

MARCATORI: 38′ pt Milik, 45′ st Lozano

ARBITRO: Pasqua di Tivoli

Il Napoli batte l’Hellas Verona 2-0 al Bentegodi in gara valida per la 27esima giornata del campionato di Serie A. Apre le danze Milik con una rete di testa sul calcio d’angolo battuto da Politano. Il Verona al 60′ del secondo tempo trova la rete dell’1-1 ma l’arbitro Pasqua annulla per un tocco di mano di Zaccagni prima del cross per Faraoni: decisione dell’arbitro presa con l’ausilio del Var (on field review). Nel finale di gara chiude i giochi il neo entrato Lozano, sempre di testa come Milik e sempre da calcio d’angolo (stavolta calciato da Ghoulam, ndr). Dopo aver vinto la Coppa Italia il Napoli riparte bene in campionato e grazie a questi tre punti continua a cullare l’idea di qualificarsi alla prossima edizione della Champions League al posto dell’Atalanta, che al momento però ha 9 punti di vantaggio in classifica e sarà impegnata questa sera nella sfida con la Lazio.

Al Bentegodi primo quarto d’ora a ritmi blandi. La prima occasione gol è del Napoli con Zielinski, il portiere degli scaligeri si allunga e devia. I padroni di casa provano a rispondere con Verre, palla fuori a porta sguarnita. Alla mezz’ora altra occasione per gli scaligeri con Di Carmine ma Ospina non si fa sorprendere. Al 38′ calcio d’angolo per il Napoli, dalla bandierina va Politano per la testa di Milik, il polacco è lasciato troppo solo e non ha problemi a infilare Silvestri. Allo scadere del primo tempo il Verona si rivede in attacco con Veloso, l’estremo difensore del Napoli devia in angolo.

Nel secondo tempo il Napoli va vicino al raddoppio con Allan, la sua conclusione è respinta dal portiere Silvestri. Appena 10 minuti dopo gli Azzurri si rendono nuovamente pericolosi, stavolta con un tiro di Politano dal limite dell’area, Silvestri fa ancora buona guardia. Al 60′ il Verona trova il gol con Faraoni tra le proteste del Napoli che lamenta un tocco di mano di Zaccagni prima del cross: l‘arbitro verifica la regolarità al monitor e decide di annullare il gol. Si iniziano a vedere i primi cambi, Gattuso fa entrare Fabian, Ghoulam, Mertens e Lobokta per Allan, Hysaj, Milik e Demme. L’allenatore del Verona Juric risponde inserendo Pazzini, Salcedo e Pessina per Di Carmine, Zaccagni e Verre. Nel finale il Napoli si difende senza particolari problemi e trova anche il raddoppio con il neo entrato Hirving Lozano, sempre di testa e sempre su calcio d’angolo, stavolta battuto da Ghoulam. Il Napoli sarà di nuovo in campo domenica per la gara con la Spal.

Lascia un commento

9 + sedici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.