Napoli-Spal 3-1. Gli Azzurri a segno con Mertens, Callejon e Younes

Il gol della Spal porta la firma di Petagna, che dal prossimo anno vestirà proprio la maglia del Napoli

NAPOLI (4-3-3): Meret; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly (80′ Manolas), Mario Rui (81′ Ghoulam); Fabian Ruiz, Lobotka, Elmas; Callejon (77′ Younes), Mertens (64′ Milik), Insigne (64′ Lozano). Gattuso.

SPAL (4-4-2): Letica, Cionek, Vicari, Felipe, Reca (46′ Valoti); Strefezza (75′ D’Alessandro), Missiroli, Murgia (75′ Dabo), Fares; Petagna (80′ Floccari), Cerri. Allenatore: Di Biagio.

MARCATORI: 4′ Mertens (N), 29′ Petagna (S), 36′ Callejon (N), 78′ Younes (N).

ARBITRO: Luca Pairetto di Nichelino

Il Napoli batte 3-1 la Spal al San Paolo nella 28esima giornata del campionato di Serie A. La formazione di Gattuso conquista i tre punti grazie ai gol di Mertens, Callejon e Younes. Per gli Azzurri si è trattato di una gara senza troppi affanni, vista la grande differenza tecnica tra le due squadre e nonostante il maxi turnover del mister, che ha fatto riposare diversi elementi della rosa. L’unico rammarico del Napoli può essere non averla chiusa prima. Gli ospiti infatti hanno tenuto viva la gara fino ai minuti finali grazie al gol di Petagna, futuro calciatore proprio del Napoli (è stato acquistato a gennaio a titolo definitivo, ndr), siglato al 29′ del primo tempo quando si era sul risultato di 1-0. Dopo il 2-1 di Callejon al 36′ il Napoli non è riuscito a trovare il gol per mettere al sicuro il risultato fino al 78′ minuto, quando il neo entrato Amin Younes è andato a colpire di testa su un cambio di gioco degli Azzurri, trovando la sua prima rete in questa stagione. È maturata così la quinta vittoria di fila in campionato della formazione di Gattuso, la settima nelle ultime otto gare.

Ora il Napoli, che ha già in tasca l’accesso alla prossima Europa League grazie alla vittoria della Coppa Italia, è più vicino al quinto posto in classifica attualmente occupato dalla Roma, ma ancora molto distante dal quarto posto che vale la qualificazione in Champions, visto che l’Atalanta ha ben 12 punti di vantaggio. E proprio l’Atalanta sarà la prossima avversaria del Napoli nella sfida di giovedì sera a Bergamo: una gara che per Mertens e compagni, ovviamente, sarebbe molto importante vincere. Per quanto riguarda la Spal invece con questa sconfitta le cose si mettono sempre più male. La formazione ferrarese è infatti ultima in classifica e per salvarsi deve necessariamente iniziare sin da subito a fare punti.

Tornando alla gara del San Paolo Gattuso sceglie di tenere a riposo Ospina, Di Lorenzo, Demme e Zielinski mandando in campo al loro posto Meret, Hysaj, Lobotka ed Elmas. Il match si mette subito in discesa, al 3′ minuto infatti Mertens trova il gol con un delizioso tocco sotto a scavalcare in uscita l’esordiente Letica. Dubbi sulla regolarità del gol, l’arbitro decide di verificare al Var la posizione dell’attaccante belga e solo dopo convalida la rete. Il Napoli va anche vicino al raddoppio, ma Insigne trova il palo a negargli la gioia del 2-0. A trovare il gol è invece alla mezz’ora la Spal, con Reca che scappa a Hysaj sulla sinistra e serve al centro Petagna: il diagonale sinistro del futuro attaccante del Napoli non lascia scampo a Meret. La formazione di Gattuso però non ci sta e si riporta in vantaggio con Callejon al 36′.

Nel secondo tempo, nonostante le sostituzioni degli allenatori, non cambia l’andamento tattico della gara. Il Napoli conduce il gioco e tenta di chiudere la partita, la Spal invece non riesce a rendersi pericolosa più di tanto, tranne che al 56′ con un gran tiro dalla distanza di Valoti, grande parata di Alex Meret. A mettere al sicuro il risultato ci pensa il neo entrato Younes (al posto di Insigne, ndr): traversone di Ruiz, l’attaccante tedesco tocca di testa il primo pallone della gara e fa 3-1. Al termine dei 5 minuti di recupero l’arbitro Luca Pairetto decreta la fine del match, il Napoli conquista la quinta vittoria di fila in campionato e si porta a 45 punti, a sole tre lunghezze dal quinto posto attualmente occupato dalla Roma.

Lascia un commento

4 × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.