Genoa-Napoli 1-2. Un gol di Lozano regala la vittoria agli Azzurri

Al Ferraris il Napoli va in vantaggio con Mertens nel finale di primo tempo ma si fa riprendere dal Genoa con Goldaniga a inizio ripresa. Poi il gol di Lozano al 65′ che decide il match

GENOA (3-5-2): Perin; Goldaniga, Zapata, Masiello; Biraschi (82′ Ghiglione), Behrami (64′ Lerager), Schone, Cassata (71′ Iago Falque), Barreca; Sanabria (71′ Pandev), Pinamonti (82′ Favilli). All. Nicola.

NAPOLI (4-3-3): Meret; Hysaj, Manolas, Maksimovic, Mario Rui; Fabian (87′ Allan), Lobotka, Elmas (82′ Zielinski); Politano (63′ Lozano), Mertens (63′ Milik), Insigne (82′ Younes). All. Gattuso.

MARCATORI: 45+1′ Mertens (N), 48′ Goldaniga (G), 65′ Lozano (N).

ARBITRO: Mariani di Aprilia

Il Napoli batte 2-1 il Genoa allo Stadio Luigi Ferraris in gara valida per la 31esima giornata del campionato di Serie A. Gli ospiti passano in vantaggio a fine primo tempo con un gol di Mertens su assist di Insigne. Nel secondo tempo il Genoa alza il baricentro e dopo aver sfiorato il pari con Pinamonti trova il gol con Goldaniga. Dopo la rete i rossoblù continuano a rendersi pericolosi in più di un’occasione ma a trovare nuovamente il vantaggio è il Napoli al 65′ con il neo entrato Lozano su assist di Fabian Ruiz. Il Genoa non riesce più a farsi vedere dalle parti di Meret e fino al triplice fischio gli Azzurri controllano senza troppi problemi. Grazie ai tre punti il Napoli rimane al quinto posto in classifica con la Roma mentre la formazione di Davide Nicola è terzultima e per restare in massima serie dovrà cercare di fare punti nelle 7 gare che rimangono da qui al termine della stagione.

Il tecnico del Genoa ridisegna un po’ la sua squadra inserendo alcuni calciatori a riposo nella gara con l’Udinese. Il Napoli si presenta al Luigi Ferraris con 6 cambi rispetto alla gara con la Roma, due dei quali obbligati viste le squalifiche di Koulibaly e Demme. Turnover anche in attacco, l’unico inamovibile finora è Lorenzo Insigne, sempre titolare da quando è ripreso il campionato. Gli Azzurri a inizio gara hanno il pallino del gioco e al 6′ vanno vicino al gol con Politano, buona guardia di Perin che evita il gol. All’8 rete del Napoli con Elmas su cross di Manolas ma l’arbitro Mariani dopo una lunga verifica al Var annulla per tocco di mano del difensore greco autore del cross. Il Napoli rimane padrone del gioco e si rende pericoloso nuovamente con Elmas, buon intervento di Perin che riesce a togliere la sfera dalla porta. Lo stesso Perin è chiamato agli straordinari pochi minuti dopo su tiro di Mertens, l’estremo difensore rossoblù dimostra di essere tra i migliori in campo. Nelle rare occasioni per ripartire il Genoa si rende pericoloso prima con Pinamonti e poi con Cassata, in tutti e due i casi Meret salva il Napoli. Al 46′ finalmente gli Azzurri passano in vantaggio con Mertens, il tiro del belga sul secondo palo questa volta è imparabile per Perin.

A inizio secondo tempo ancora grande possesso palla del Napoli ma una dormita della difesa con Maksimovic che si fa anticipare da Goldaniga, su angolo di Schone, permette al Genoa di acciuffare il pari. I padroni di casa prendono coraggio e alzano il baricentro, Gattuso capisce che è il momento di intervenire e fa entrare Milik e Lozano per Mertens e Politano. Proprio grazie al baricentro alto dei rossoblù si creano praterie per un velocista come Lozano. Bravo al 65′ Fabian Ruiz a servire coi tempi giusti proprio Lozano, che dopo un controllo difficoltoso batte Perin di sinistro. Nel finale il Napoli controlla il risultato senza affanni.

Lascia un commento

6 − 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.