Napoli-Udinese 2-1. Gli Azzurri dominano e nel finale trovano il gol vittoria

Al San Paolo va in vantaggio l’Udinese con De Paul al 22′. Pari del Napoli con il neo-entrato Milik al 32′, poi in pieno recupero la magia di Politano che regala agli Azzurri i tre punti

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Hysaj, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Ruiz (80′ Elmas), Lobotka (71′ Demme), Zielinski (80′ Allan); Callejon (71′ Politano), Mertens (32′ Milik), Insigne. Allenatore: Gattuso

UDINESE (3-5-2): Musso; Becao, De Maio, Nuytick; Stryger Larsen, De Paul, Walace (89′ Troost-Ekong), Fofana, Zeegelaar (82′ Ter Avest); Nestorovski, Lasagna (92′ Sema). Allenatore: Gotti

MARCATORI: 22 De Paul (U), 32′ Milik (N), 94′ Politano (N).

ARBITRO: Chiffi di Padova

Il Napoli batte l’Udinese 2-1 nella gara valida per la 34esima giornata del campionato di Serie A. Passano in vantaggio gli ospiti con un gol di De Paul, lasciato troppo solo di andare al tiro da Mario Rui e Lorenzo Insigne. Appena 9 minuti dopo il Napoli è costretto a sostituire Mertens per problemi alla schiena, al suo posto Milik che trova la zampata dell’1-1 in uno dei tanti ingressi in area di rigore avversaria da parte degli Azzurri. La formazione di Gattuso domina la gara per quasi tutto il tempo ma non crea tante occasioni, anche perché gli esterni vengono cercati poco e quindi l’Udinese riesce a difendersi con ordine. La rete della vittoria arriva in pieno recupero grazie a un eurogol di Matteo Politano, il suo tiro al limite dell’area è imparabile per il portiere Musso. Per Politano si tratta del primo gol con la maglia degli Azzurri e la sua è una rete importante perché fa tornare il Napoli alla vittoria dopo due pareggi consecutivi (con Milan e Bologna, ndr). Ora la formazione di Gattuso con 56 punti è sesta in classifica a pari merito con i Rossoneri, a soli due punti dalla Roma che ha pareggiato nella gara con l’Inter.

Gattuso per la partita con l’Udinese manda in campo i titolari rimasti a riposo nella gara con il Bologna, si rivede quindi il trio d’attacco composto da Mertens, Insigne e Callejon. Nell’Udinese scelte obbligate per il tecnico Gotti. Nella prima vera occasione della gara i friulani vanno in gol con De Paul, libero di ricevere il cross di Zeegelaar e andare al tiro con tutta calma grazie allo spazio lasciato sulla catena di sinistra da Mario Rui e Lorenzo Insigne. Il Napoli reagisce e attacca a testa bassa, ma il possesso palla è sterile perché gli Azzurri cercano sempre le vie centrali senza mai coinvolgere gli esterni. Dopo circa 9 minuti la formazione di Gattuso perde Mertens per un problema alla schiena, al suo posto Milik che al primo pallone toccato con una scivolata riesce ad anticipare la difesa friulana e a firmare così il gol del pari.

Anche nei minuti iniziali del secondo tempo il Napoli è padrone del gioco. Gli Azzurri vanno vicini al 2-1 con una saetta di Zielinski dal limite dell’area, il portiere Musso riesce a deviare sulla traversa e la palla toccando a terra non entra completamente, come confermato dalla goal line technology. L’Udinese va vicino al gol con Lasagna, grazie a una sbavatura difensiva di Manolas: parata super di Ospina a impedire il vantaggio dei friulani. Ancora più clamorosa l’occasione che capita a De Paul, tutto solo davanti alla porta va al tiro ma questo viene sporcato in maniera decisiva da Koulibaly, che in sforbiciata manda palla sul palo e quindi direttamente tra le braccia di Ospina. Al quinto minuto di recupero il neo-entrato Politano dal limite dell’area prova il tiro a giro e trova un gran gol. Gattuso può sorridere, al San Paolo termina 2-1 per il Napoli. Gli Azzurri tornano alla vittoria dopo i pareggi con Milan e Bologna.

Lascia un commento

dodici + 20 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.