De Luca sulla visita di Salvini al Covid Center di Salerno: “Comitiva di sfaccendati, venditori di cocco”

Il governatore della Campania, durante la consueta diretta su Facebook del venerdì, ha commentato la visita di Salvini al Covid Center di Salerno, struttura della Regione Campania mai attivata perché sarebbe priva di collaudo e sulla cui realizzazione pende un’inchiesta della Procura di Napoli

“Abbiamo avuto una visita di una comitiva di sfaccendati che è andata in giro per la Campania a fare un po’ di demagogia”. A dirlo il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, nella consueta diretta del venerdì su Facebook. Il riferimento è alla visita di Salvini al Covid Center di Salerno (vai all’articolo), struttura della Regione Campania mai attivata perché sarebbe priva di collaudo e sulla cui realizzazione pende un’inchiesta della Procura di Napoli.

“La comitiva – ha aggiunto De Luca – è arrivata davanti all’ospedale Ruggi e li hanno scambiati per profughi afgani, poi più si avvicinavano e più sembravano parcheggiatori abusivi, venditori di cocco. Quello della portineria, avendo visto che erano esponenti politici, ha chiesto al leader dei venditori di cocco cosa volessero. Quello in testa aveva un catenone al collo e una croce di legno, li hanno scambiati per gli assistenti spirituali che il Governo voleva mandare due mesi fa”.

“Questi esponenti della politica politicante volevano fare un giro turistico dentro l’ospedale. Il direttore generale ha spiegato a questi signori che l’ospedale è un luogo di sofferenza e di cura, dove non si va a fare demagogia o passeggiate elettorali. Nessuno, di nessun partito, deve mettere piede dentro gli ospedali. Erano venuti da lontano, guidati da un esponente politico venuto da mille km di distanza, per fare una photo opportunity davanti al Covid hospital che era dentro l’ospedale. Mi auguro che nelle prossime giornate si convincano che almeno gli ospedali sono luoghi da rispettare, perché c’è gente che soffre. Oggi – ha concluso De Luca – non viene consentito neanche ai familiari in alcuni casi di andarsene a passeggio, figuriamoci ai politicanti”.

Lascia un commento

13 + 17 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.