A Sorrento al via il Premio Penisola Sorrentina

“Torna a Surriento”, la penisola sorrentina rinasce dalla Bellezza. Iniziativa su turismo, paesaggio e cultura, promossa per i 25 anni del Premio Penisola Sorrentina con il Comune di Sorrento e la Fondazione Sorrento

Sorrento (Napoli), 10 settembre – Sabato 12 settembre, alle ore 19, a Sorrento, nella sede di Villa Fiorentino, artisti, giornalisti, tecnici ed esponenti delle istituzioni si confronteranno sul tema della bellezza, dal punto di vista storico e culturale, e come parte necessaria dell’impalcatura ideale ed ideologica del territorio della penisola sorrentina.

Una riflessione da fate, secondo gli organizzatori, in un momento di crisi umana ed economica, come quello segnato dalla pandemia del Covid-19. Introdotti dal sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, e dall’amministratore delegato della Fondazione Sorrento, Gaetano Milano, e moderati dal giornalista Antonino Pane, si avvicenderanno gli interventi, tra gli altri, dell’artista sannita Giuseppe Leone, dell’esperto territoralista Antonio Di Gennaro e del giurista Luigi Cerciello Renna.

L’iniziativa rientra nel cartellone della 25ma edizione del Premio Penisola Sorrentina, diretto da Mario Esposito, che prenderà parte al dibattito illustrando gli ambiti cognitivi e semantici che il progetto complessivo del premio, dietro il claim “Torna a Surriento”, intende percorrere, anticipando alcuni contenuti della kermesse, in programma il 24 ottobre prossimo, al Teatro Comunale Tasso di Sorrento, con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Campania e della Città Metropolitana di Napoli.

Nel corso della serata sarà inoltre presentato il portfolio realizzato, per l’edizione dei venticinque anni, dal fotografo siciliano Giuseppe Leone, protagonista lo scorso anno delle “Residenze artistiche”, il format collaterale della manifestazione, che ogni anno porta a Sorrento esponenti dell’arte visiva, immergendoli nel contesto, con l’obiettivo di trovare un filo comune di lettura, ispirazione, interpretazione e realizzazione di un’opera.

“Si tratta di un progetto di marketing culturale capace di unire artisti e protagonisti provenienti da ogni luogo. Alla base c’è un forte elemento identitario, nutrito di Bellezza, in grado di fare del mito e del paesaggio un porto ideale di viaggi e di narrazioni”, spiegano gli organizzatori dell’iniziativa.

Lascia un commento

20 − due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.