Parma-Napoli 0-2. Gli Azzurri iniziano il campionato alla grande grazie ai gol di Mertens e Insigne

Allo Stadio Tardini, dopo un primo tempo soporifero, Gattuso cambia modulo e il Napoli mette il turbo, andando a segno prima con Dries Mertens e poi con Lorenzo Insigne, che colpisce anche un palo. Ottimo esordio dell’attaccante ex Lille Osimhen e nel finale spazio anche a Petagna, anch’egli all’esordio con la casacca azzurra

PARMA (4-3-1-2): Sepe; Darmian, Iacoponi, Alves, Pezzella; Grassi (89′ Siligardi), Brugman (68′ Dezi), Hernani; Kucka; Cornelius, Inglese (68′ Karamoh). Allenatore: Liverani.

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Hysaj; Zielinski (8′ Lobotka), Demme (61′ Osimhen), Fabian (83′ Elmas); Lozano (83′ Politano), Mertens (88′ Petagna), Insigne. Allenatore: Gattuso.

MARCATORI: 63′ Mertens (N), 77′ Insigne (N)

ARBITRO: Mariani della sezione di Aprilia

Nella prima giornata del campionato di Serie A 2020-2021 allo Stadio Ennio Tardini il Napoli batte 2-0 il Parma, grazie ai gol di Mertens e Insigne. Dopo un primo tempo piuttosto soporifero, caratterizzato da poche occasioni per entrambe le formazioni, la svolta è arrivata nel secondo tempo quando Gattuso ha deciso di cambiare modulo e far esordire Victor Osimhen, che è arrivato nella finestra di mercato estivo ed è l’acquisto più caro della storia del Club. Nessun gol per lui, ma tanto scompiglio creato nell’aria avversaria grazie alla fisicità di cui è dotato. E quindi non è un caso che dal 61′, cioè dal momento in cui è entrato Osimhen, il Napoli abbia collezionato ben 2 reti e quattro palle gol (un palo, una parata di Sepe e altri due legni sfiorati, ndr).

Il Napoli inizia la gara con la formazione tipo, il modulo è il 4-3-3 e i nuovi acquisti Rrahmani, Petagna e Osimhen vengono tenuti da Gattuso inizialmente in panchina. Per la prima volta dopo 7 anni non c’è Callejon sulla fascia destra, al suo posto Lozano a far coppia con Mertens e Insigne. Demme e Ospina vengono preferiti a Lobotka e Meret. Il Parma invece si sistema con il 4-3-1-2, non c’è più Kulusevski (ora alla Juve, ndr) mentre Gervinho e Kurtic sono entrambi indisponibili poiché squalificati. Il primo tempo non regala emozioni viste le poche occasioni da gol, una per il Parma con Inglese che Ospina para facilmente, l’altra per il Napoli con Mertens che non inquadra la porta.

A inizio secondo tempo i ritmi non cambiano più di tanto ma il Napoli fa maggiore possesso palla. Brivido per gli Azzurri per un tiro da fuori di Kucka, la palla è leggermente alta. Gattuso prova a dare la scossa inserendo Osimhen, la scelta si rivela vincente. È proprio l’attaccante nigeriano ex Lille a creare lo spazio per il gol di Mertens al minuto 64. Dopo il vantaggio è ancora Osimhen a servire Insigne, al quale viene negato il gol dal palo. Liverani prova a correre ai ripari inserendo Dezi e Karamoh ma il Napoli continua ad avere la meglio e al 77′ Insigne trova il gol andando a raccogliere palla su una respinta di Sepe (tiro di Lozano). Nel finale gli Azzurri vanno vicini al tris con il neo entrato Politano e c’è spazio anche per l’esordio di Petagna al posto di Mertens.

Lascia un commento

20 − 6 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.