Covid19, De Luca: “Se i contagi non scendono chiudo tutto”

Il governatore della Campania: “Se la curva dei contagi continua a salire chiuderemo tutto”. Scettico sull’uso della mascherine anche all’aperto il sindaco di Napoli de Magistris

“Siamo nel pieno dell’epidemia, se la curva dei contagi continua a salire chiuderemo tutto”. A dirlo il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, durante la consueta diretta del venerdì su Facebook. Il governatore, che nella diretta ha ribadito l’appello a comportamenti corretti specie sull’uso delle mascherine, ha aggiunto che “se l’alternativa è tra avere morti in strada o fare una allegra passeggiata, non ci sarà alcun dubbio”.

Secondo De Luca la seconda ondata di contagi “è già in atto”. “Oggi abbiamo in Campania 253 positivi ai tamponi – ha spiegato –. Siamo in una situazione di piena epidemia, la seconda ondata di cui parlavamo è già in atto. La situazione è delicata, grave, seria”.

“Se abbiamo deciso di rendere obbligatorio l’uso della mascherina – ha proseguito – è semplicemente perché siamo in una situazione che dal punto di vista del numero dei contagiati è più pesante di marzo, aprile e maggio, con l’aggravante che siamo all’apertura dell’anno scolastico, cosa che non avevamo allora. Vi prego di riflettere su questi numeri e ritrovare la consapevolezza e responsabilità necessaria ad affrontare questa fase per garantire sicurezza alle famiglie. Non si scherza più”.

Scettico sull’uso delle mascherine anche all’aperto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris. “Credo che la mascherina all’aperto è utile che sia obbligatoria se ci sono persone vicine, ma non quando cammini da solo o sulla spiaggia o di notte sul lungomare deserto, anche perché credo che la mascherina h24 non faccia un gran bene alla salute”, ha detto il sindaco ai microfoni del programma Mattino Cinque di Canale 5.

“La preoccupazione dopo i viaggi dell’estate è aumentata anche in Campania dove – ha detto ancora de Magistris – la bolla della propaganda del lanciafiamme è evaporata perché si è capito che non era il tema. Gli italiani e dunque i napoletani e i campani devono capire che la prevenzione più alta è il distanziamento che credo sia la misura più efficace, poi la mascherina e l’igiene. Io sono sempre perché ci sia un punto di equilibrio che il presidente De Luca fa fatica a trovare”. De Magistris è poi tornato a sottolineare che “in Campania si fanno pochi tamponi e su questo De luca tace, anche se in questo momento la Campania è una regione con molti contagi si fanno pochi tamponi ed è così da otto mesi”.

Lascia un commento

sei + 13 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.