Serie A, il Napoli ospita l’Atalanta al San Paolo

Squadre in campo quest’oggi alle ore 15

Il Napoli ospita l’Atalanta per la quarta giornata del campionato di Serie A. Gli Azzurri, dopo il buon avvio di campionato (le vittorie con Parma e Genoa), sono reduci dal 3-0 a tavolino e un punto di penalizzazione stabilito dal giudice sportivo a causa della gara non disputata con la Juve (vai all’articolo). In attesa di capire quali saranno i risvolti della vicenda, la formazione di Gattuso è alla ricerca della terza vittoria in tre gare giocate. Di fronte però ci sarà un’avversaria non facile da battere, prima in classifica e capace di mettere in difficoltà il Napoli negli ultimi precedenti (due vittorie e un pareggio, ndr). Gli Azzurri dovranno prestare molta attenzione alla fase difensiva e dovranno essere bravi a non permettere all’Atalanta i consueti cambi di gioco, mantenendo un baricentro basso affidandosi alle coperture a centrocampo di Demme e forse di Bakayoko, visto che non è escluso l’impiego del nuovo acquisto proveniente dal Chelsea.

Per quanto riguarda le formazioni nel Napoli non ci saranno Elmas e Zielinski, risultati positivi al Covid19 prima della sfida con la Juve.  In porta andrà Ospina mentre al centro della difesa Manolas e Koulibaly con ai lati Di Lorenzo e Hysaj. A centrocampo Fabian Ruiz e Bakayoko. Sulla trequarti Politano, Mertens e Lozano alle spalle della punta Osimhen.

Nell’Atalanta in porta Sportiello e difesa composta da Toloi, Romero e Palomino. In mediana spazio a De Roon e Freuler con Hateboer e Gosens sulle corsie esterne. Sulla trequarti uno tra Pasalic e Malinovskyi alle spalle di Gomez e Zapata.

Probabili formazioni:

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Hysaj; Fabian Ruiz, Bakayoko; Politano, Mertens, Lozano; Osimhen. All. Gattuso

ATALANTA (3-4-2-1): Sportiello; Toloi, Romero, Palomino; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Malinovskyi, Gomez; Zapata. All. Gasperini

ARBITRO: Di Bello della sezione di Brindisi

Lascia un commento

8 + sei =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.