Whirlpool: lavoratori espongono manichino ‘impiccato’

Protesta in Piazza Dante, stop 4 ore industria e terziario

Napoli, 27 ottobre – Prosegue la mobilitazione dei lavoratori della Whirlpool di Napoli a pochi giorni dall’annunciata chiusura della stabilimento di via Argine, fissata dalla multinazionale per il prossimo 31 ottobre. Questa mattina i lavoratori, in segno di protesta, hanno esposto un manichino ‘impiccato’ al cavalcavia dell’asse viario di collegamento tra il centro direzionale e l’autostrada in via Galileo Ferraris. “I lavoratori Whirlpool – affermano i delegati – sono appesi ad uno filo della speranza, perché la vita di ognuno di noi non finisca sotto un ponte. Messi alla gogna da uno Stato impotente e lasciati all’addiaccio da una azienda senza scrupoli”.

Sciopero generale di quattro ore a Napoli di tutti i settori produttivi nell’area metropolitana il prossimo 5 novembre con manifestazione in Piazza Dante per la vertenza Whirlpool e a difesa dell’intero sistema produttivo e occupazionale. La mobilitazione, che vedrà esclusi i servizi essenziali, è stata proclamata da Cgil, Cisl e Uil di Napoli al termine dell’attivo unitario convocato dalle tre confederazioni.

Lascia un commento

4 × 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.