Covid19, la Campania diventa zona rossa. De Luca: “Governo vada a casa”

L’ordinanza che farà diventare Campania e Toscana zona rossa sarà firmata questa sera dal ministro della Salute ed entrerà in vigore a partire da domenica 15 novembre

Napoli, 13 novembre – La Campania e la Toscana diventano zona rossa nella classificazione del rischio e allerta Covid19. L’ordinanza che lo stabilisce sarà firmata questa sera dal ministro della Salute Roberto Speranza ed entrerà in vigore a partire da domenica 15 novembre.

Noi eravamo per chiudere tutto ad ottobre, per un mese, per avere una operazione di fermo del contagio e che ci avrebbe fatto stare tranquilli a Natale. Da sempre abbiamo avuto una linea di rigore più degli altri, da soli. Il Governo ha fatto un’altra scelta, ha deciso di fare iniziative progressive, di prendere provvedimenti sminuzzati, facendo la scelta della cosiddetta risposta proporzionale, più aumenta contagio più prendiamo provvedimenti. Una scelta totalmente sbagliata, perché il contagio non aumenta in modo lineare, ma esponenziale”, ha commentato in una diretta su Facebook il governatore della Campania Vincenzo De Luca.

“Questa scelta del Governo ha fatto perdere due mesi preziosi, nel corso dei quali abbiamo avuto un incremento drammatico di contagi e decessi”, ha proseguito il governatore, tornando poi a parlare anche della scuola. “Hanno deciso che bisognava tenerle aperte. Ricordate le dichiarazioni della Azzolina supportate dal presidente del Consiglio. Ora hanno fatto ciò che noi abbiamo fatto un mese fa e nessuno ha chiesto scusa”, ha affermato De Luca.

“Fatti salvi 3-4 ministri non è un governo, anziché andare allo sbaraglio sarebbe meglio avere un Governo che non produca il caos che è stato prodotto in Italia. In queste condizioni meglio mandare a casa il Governo – ha sottolineato De Luca –. Se bisogna stare al governo con questi personaggi sarebbe meglio mandare a casa questo governo, perchè non è tollerabile, ho detto a qualche esponente del Pd, alcun rapporto di collaborazione con ministri come Spadafora che ha raccontato bestialità o con il signore di cui ho fatto il nome (Luigi Di Maio, ndr) che ho sfidato ad un dibattitto pubblico già anni fa e rinnovo l’invito in diretta tv sperando che non faccia il coniglio come ha fatto nei 3-4 anni precedenti”.

La decisione di far diventare la Campania zona rossa è stata commentata attraverso un video su Facebook anche dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris, che ha affermato: “Ora mi sento fortemente di chiedere al Governo, così come ho chiesto al presidente del Consiglio in una lettera indirizzata qualche giorno fa, ristori economici immediati perchè la città non può pagare sulla propria pelle una zona rossa che, se ci fosse stato sul piano sanitario un lavoro diverso nei mesi successivi al lockdown, poteva essere evitata”.

Lascia un commento

sette − 6 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.