Lo Stadio San Paolo sarà dedicato a Diego Armando Maradona

L’annuncio da parte del sindaco di Napoli de Magistris in un tweet. Cordoglio per la morte dell’ex calciatore anche da parte del governatore De Luca, della politica campana e di quella nazionale. Migliaia i messaggi sui social anche da parte del mondo dello spettacolo per la morte di un idolo che ha unito intere generazioni di tifosi, travalicando il mondo del calcio

Napoli, 26 novembre – Diego Armando Maradona si è spento nella giornata di ieri all’età d 60 anni per un arresto cardiorespiratorio (vai all’articolo). La scomparsa del Pibe de Oro ha commosso il mondo perché se ne è andata una delle figure più iconiche del calcio, una figura amata e apprezzata anche da chi non ha mai seguito questo sport. Maradona non ha solo unito generazioni di tifosi di tutto il mondo ma è l’emblema del calcio stesso.

La SSC Napoli, club con il quale Maradona ha vinto due scudetti, una Coppa Italia, una Coppa Uefa e una Supercoppa Italiana da ieri ha pubblicato il suo logo listato a lutto. Due i messaggi principali da parte del Club di De Laurentiis. Nel primo c’è scritto: “Per sempre nel cuore. Ciao Diego”. Nel secondo post: “Tutti si aspettano le nostre parole. Ma quali parole possiamo usare per un dolore come quello che stiamo vivendo? Ora è il momento delle lacrime. Poi ci sarà il momento delle parole”. Le luci del San Paolo sono state accese tutta la notte e il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha annunciato che lo stadio verrà dedicato al campione.

“È morto Diego Armando Maradona, il più immenso calciatore di tutti i tempi. Diego ha fatto sognare il nostro popolo, ha riscattato Napoli con la sua genialità. Nel 2017 era divenuto nostro cittadino onorario. Diego, napoletano e argentino, ci hai donato gioia e felicità! Napoli ti ama!”. Così in un tweet de Magistris, che ha poi aggiunto: “Intitoliamo lo Stadio San Paolo a Diego Armando Maradona!!!”. Decisione questa che vede d’accordo anche il patron del Napoli Aurelio De Laurentiis. “Potrebbe essere un’idea chiamare lo stadio di Napoli San Paolo-Maradona”, ha detto il numero uno del Club Azzurro durante un’intervista a Radio Montecarlo. De Laurentiis ha aggiunto che per ricordare il campione argentino vorrebbe “trasmettere domani (oggi, ndr) le immagini di Maradona per tutta la partita”. Cosa che avverrà questa sera, perché il Napoli ha già ottenuto le autorizzazioni da parte della Uefa per trasmettere le immagini del Pibe de Oro durante la partita di Europa League con il Rijeka.

Cordoglio per la scomparsa di Maradona non solo da parte della politica campana ma anche da parte della politica nazionale. “Unico, irripetibile genialità, il più grande di tutti, il più amato di tutti. Un grande uomo di calcio, un grande uomo di sport che prima del mondo intero, ha fatto innamorare Napoli perché di slancio e senza ipocrisia ha saputo scoprirne e interpretarne l’anima”, ha scritto su Facebook il governatore della Campania Vincenzo De Luca. “Ha contribuito a riaccenderne l’orgoglio, unendo generazioni che lo hanno saputo amare, capire e anche perdonare”, ha poi aggiunto postando una foto dove ci sono lui e Maradona che si stringono la mano.

Il presidente della Camera Roberto Fico, tifoso del Napoli, ha ricordato Maradona sulla sua pagina Facebook raccontando un aneddoto personale e in conclusione del post ha scritto: “Napoli ti sarà sempre grata per quegli anni indimenticabili, scolpiti nei cuori di tutti noi. Ciao Diego! Oggi sei definitivamente e a pieno titolo nella storia”.

“Un genio unico, assoluto e irripetibile del calcio mondiale. Una preghiera”, è il tweet del leader della Lega Matteo Salvini (noto tifoso milanista, ndr).

“La morte di Maradona è una notizia terribile. Era più di un campione, era un genio del calcio, un fuoriclasse assoluto. Ha rappresentato in una stagione irripetibile i sogni e le speranze del popolo della mia città. Napoli piange, stasera”, ha scritto sui social il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora.

“Ciao Diego. Di te abbiamo amato tutto, l’immenso talento sul campo, la grande fragilità nella vita, lo smisurato amore per Napoli. Addio Diego Armando. Sei stato, per molti, simbolo di rivincita e riscatto del nostro Sud e dei Sud del mondo”, ha affermato invece il ministro per il Sud e la Coesione Territoriale Giuseppe Provenzano in un tweet.

Migliaia i messaggi sui social da parte dei campioni di oggi e di ieri del calcio. “Una giornata molto triste per tutti gli argentini e per il calcio. Ci lascia ma non se ne va, perché Diego è eterno. Conservo tutti i bei momenti vissuti con lui e ho voluto cogliere l’occasione per inviare le mie condoglianze a tutta la sua famiglia e ai suoi amici. RIP”, ha scritto sul suo profilo Instagram il 6 volte Pallone d’Oro Leo Messi.

“Oggi dico addio a un amico e il mondo saluta un eterno genio. Uno dei migliori di sempre. Un mago senza pari. Se ne va troppo presto, ma lascia un’eredità senza limiti e un vuoto che non verrà mai colmato. Riposa in pace, asso. Non sarai mai dimenticato”, è il messaggio del 5 volte Pallone d’Oro Cristiano Ronaldo, ex stella del Real Madrid e attuale attaccante della Juventus.

Molto toccante il saluto dell’attacante del Napoli Dries Mertens a Maradona. “Quando 7 anni fa mi hanno proposto di firmare per il Napoli, il mio pensiero è subito andato alle magie che ti ho visto fare in maglia azzurra… Se negli ultimi anni il mio nome è stato messo vicino al tuo mi scuso, perché non potrò mai essere alla tua altezza, quello che hai fatto per la ‘nostra’ città resterà per sempre nella storia. Da domani indossare la maglia azzurra sarà una responsabilità maggiore. Ciao idolo è stato un orgoglio conoscerti”, ha scritto Mertens sui social. Il belga ha recentemente battuto il record del Pibe de Oro di gol segnati con la maglia del Napoli.

Il capitano del Napoli Lorenzo Insigne ha voluto dedicare al campione argentino una lettera. “Dal primo giorno in cui sei arrivato nella nostra amata Napoli, sei diventato un napoletano doc. Hai dato tutto per la tua gente, hai difeso questa terra, l’hai amata. Ci hai regalato la gioia, i sorrisi, i trofei, l’amore”. “Sono cresciuto sentendo i racconti della mia famiglia sulle tue gesta – prosegue la lettera –, vedendo e rivedendo le tue infinite partite. Sei stato il più grande giocatore della storia, sei stato il Nostro Diego. Ho avuto la fortuna di incontrarti, parlarti, conoscerti e non ti nego che mi tremavano le gambe. Per me hai sempre avuto belle parole, parole di conforto che non potrò mai dimenticare e che custodirò per sempre dentro di me. Da tifoso, da Napoletano, da Calciatore: Grazie di tutto D10S. Ti ameremo per sempre”.

Migliaia i messaggi per Maradona anche da parte del mondo dello spettacolo. “Ancora non riesco a crederci… Sei stato il più grande di tutti. Quello che hai significato per Napoli, per tutti noi, non si può spiegare, e rimarrà per sempre. Ho avuto il privilegio di esserti amico, ed è una cosa che non dimenticherò mai. Maradona è leggenda, Maradona è per sempre. Viva Maradona!”, ha scritto su Facebook Gigi D’Alessio. “Ti ha tradito il tuo cuore grande, si è fermato e ha fatto fermare tutto il mondo. Mi inchino davanti a te, caro Diego, ragazzo del Barrio che sei diventato re del riscatto mondiale. Grazie Diego, grazie ancora per quello che sei stato e sarai per sempre, perché tu sarai immortale. Buon viaggio amico mio”, è il messaggio sui social di Nino D’Angelo.

“Se n’è andato il più grande, il piú discusso e il più amato giocatore di tutti i tempi. Ora riposa in pace Dieguito. Maradona”, ha scritto Fiorella Mannoia sul suo profilo Facebook. “Adiós leyenda”, è il messaggio affidato ai social da Marco Masini. “Ciao Diego, mai visto uno come te!”, ha invece scritto Ligabue.

Davvero migliaia i messaggi di cordoglio per Maradona: idolo di Napoli, dell’Argentina, del Mondo.

Lascia un commento

dieci − 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.