Napoli-Real Sociedad 1-1. Gli Azzurri si qualificano ai sedicesimi di Europa League

Allo Stadio Diego Armando Maradona gol di Zielinski per il Napoli e Willian José. Qualificati agli ottavi anche gli spagnoli, vista l’inaspettata sconfitta dell’Az Alkmaar sul campo del Rijeka

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui (37′ st Ghoulam); Ruiz, Bakayoko (25′ st Demme); Lozano (25′ st Politano), Zielinski (29′ st Elmas), Insigne; Mertens (25′ st Petagna). All: Gattuso

REAL SOCIEDAD (4-4-2): Remiro; Zaldua, Zubeldia, Le Normand (33′ st Isak), Monreal (33′ st Munoz); Portu (11′ st Barrenetxea), Guevara (33′ st Sagnan), Merino, Zubimendi; Januzaj, Willian José. All: Alguacil

MARCATORI: 35′ pt Zielinski (N), 47′ st Willian José

ARBITRO: Grinfeld (Israele)

Il Napoli pareggia 1-1 con la Real Sociedad nell’ultima gara della fase a gironi (Gruppo F) di Europa League e si qualifica ai sedicesimi di finale, nei quali sarà testa di serie visto il primo posto nel girone (11 punti). Qualificati anche gli avversari baschi (9 punti) vista la sconfitta, per la verità inaspettata, degli olandesi dell’Az Alkmaar (8 punti) con il già eliminato Rijeka (4 punti). Allo Stadio Diego Armando Maradona a portare in vantaggio il Napoli, con una botta dal limite dell’area, è Zielinski al 35′. Gli spagnoli, che sono stati padroni del gioco per lunghi tratti della gara vista anche la loro fame di punti, mettono a segno il pareggio solo al 92′ con Willian José, dopo aver avuto alcune grandi occasioni che non sono riusciti a concretizzare. Non una bella partita quindi quella giocata dal Napoli, la formazione di Gattuso ha pensato più a difendersi, avendo a disposizione due risultati su tre per passare il turno. Tuttavia l’obiettivo qualificazione è stato centrato e sarebbe stato centrato anche in caso, malauguratamente, fosse arrivata una sconfitta. Quindi il Napoli può ritenersi soddisfatto del risultato finale, così come può essere soddisfatta anche la formazione basca.

La Real Sociedad parte subito forte con un pressing molto alto, andando al tiro dopo appena un minuto con Januzai, conclusione parata da Ospina il quale si deve ripetere poco dopo su Willian José. Grande occasione al 20′ per gli ospiti ancora con Willian che serve Portu, il quale da due passi e a porta completamente sguarnita mette la palla fuori. Il Napoli con il passare dei minuti inizia a giocare un po’ meglio, specie con Zielinski e Lozano. L’attaccante messicano viene atterrato da dietro al 24′ ma l’arbitro Grinfeld incredibilmente assegna il calcio d’angolo invece che estrarre il cartellino rosso (fallo da ultimo uomo, ndr). Grave errore dell’arbitro israeliano, che inevitabilmente finirà per condizionare la gara. Il Napoli continua a far salire il baricentro e fa vedere le cose migliori ancora con Lozano, ma è Zielinski al 35′ ad andare in gol dopo aver raccolto un pallone al limite dell’area: gran botta del centrocampista polacco e palla imparabile per Remiro.

Così come nel primo tempo anche a inizio ripresa la Real Sociedad parte forte e impegna Ospina con un tiro di Merno. Nel Napoli è ancora Lozano a far vedere le cose migliori. Sia Gattuso che Alguacil decidono di inserire forze fresche: il tecnico dei baschi disegna una squadra fortemente offensiva. Ma con il passare dei minuti il pressing degli spagnoli diventa meno asfissiante poiché inizia a subentrare un po’ di stanchezza. Il meritato pari arriva solo al 92′ con Willian José, bravo a sfruttare una disattenzione di Ghoulam. Il Napoli chiude il girone da capolista con 11 punti ed è la sesta squadra italiana a qualificarsi nelle coppe (fuori solo l’Inter, ndr). La formazione di Gattuso conoscerà i prossimi avversari il 14 dicembre, quando a Nyon ci sarà il sorteggio dei sedicesimi.

Lascia un commento

1 + tredici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.