Inter-Napoli 1-0. La formazione di Gattuso domina ma non evita la sconfitta

Gol dell’Inter su rigore siglato da Lukaku al 73′. Il penalty è stato assegnato dall’arbitro Massa per fallo di Ospina su Darmian. Nell’occasione espulso Lorenzo Insigne per una frase ingiuriosa nei confronti del direttore di gara

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Darmian, Barella, Brozovic (22′ st Sensi), Gagliardini, Young (41′ st D’Ambrosio); Lukaku, Martinez (32′ st Hakimi). Allenatore: Conte.

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui (39′ st Ghoulam); Bakayoko (29′ st Ruiz), Demme (39′ st Elmas), Zielinski (29′ st Politano); Lozano, Mertens (16′ pt Petagna), Insigne. Allenatore: Gattuso.

MARCATORI: 28′ st Lukaku (I, su rig.)

ARBITRO: Massa di Imperia

L’Inter batte 1-0 il Napoli al San Siro in gara valida per la dodicesima giornata del campionato di Serie A. Rete siglata al 73′ da Lukaku su rigore dopo un fallo in uscita del portiere Ospina su Darmian. In contemporanea è arrivata anche l’espulsione di Lorenzo Insigne per una frase ingiuriosa nei confronti del direttore di gara: l’episodio che, nei fatti, più del rigore ha condannato il Napoli. E dire che la formazione di Gattuso anche in 10 ha continuato a giocare meglio degli avversari, arrivando a dominare la gara. Non è bastata una grande prestazione degli Azzurri, anche perché Handanovic si è davvero superato con parate spettacolari e perché la direzione di gara è stata nel complesso (il rigore c’era, ndr) alquanto discutibile. I tre punti, per quanto fatto vedere, li avrebbe meritati il Napoli. Per questo il risultato lascia l’amaro in bocca, soprattutto se si pensa che ora l’Inter è a più 4 sulla formazione di Gattuso, a solo un punto dal Milan capolista che ha pareggiato con il Genoa e che nelle ultime giornate sembra aver esaurito il suo sprint. Ora per il Napoli ci sarà da preparare un’altra difficile trasferta, quella di domenica con la Lazio dove non ci saranno Insigne, Osimhen e anche Mertens che ha lasciato il campo al 16′ della gara con i Nerazzurri per un infortunio alla caviglia.

Al San Siro primo tempo molto tattico con entrambe le formazioni attente a non farsi sorprendere. Per questo motivo lo spettacolo ne risente e alla fine si conta una sola occasione per parte fino all’intervallo. Anche a inizio secondo tempo il tema della partita non cambia, i ritmi restano blandi e lo 0-0 sembra un risultato piuttosto probabile.

Al 73′ però ecco l’episodio che cambia la gara: fallo di Ospina in uscita su Darmian e calcio di rigore per l’Inter. L’assegnazione del rigore manda su tutte le furie gli Azzurri e il capitano Insigne si lascia scappare una frase verso l’arbitro Massa, beccandosi il cartellino rosso. Dal dischetto Lukaku non sbaglia ed è 1-0 per l’Inter. Gli Azzurri tuttavia non ci stanno a perdere e attaccano a testa bassa, creando diverse occasioni gol. Se la palla non entra è solo merito di Handanovic che si supera prima su Politano e poi su Di Lorenzo. Petagna trova perfino un palo a negare il pareggio, che alla fine starebbe pure stretto alla formazione di Gattuso per quanto fatto vedere. A vincere è l’Inter anche se la vittoria l’avrebbe meritata il Napoli.

Lascia un commento

diciannove − nove =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.