Cagliari-Napoli 1-4. Gli Azzurri tornano alla vittoria espugnando la Sardegna Arena

Zielinski apre le marcature al 25′ del primo tempo. Il Cagliari trova il pari al 15′ con Joao Pedro ma il Napoli si riporta subito in vantaggio ancora con Zielinski (tra i migliori in campo insieme a Lozano, ndr). A firmare il tris è proprio El Chucky, poi Lorenzo Insigne su rigore chiude i giochi a quattro minuti dalla fine della gara

CAGLIARI (4-2-3-1): Cragno; Zappa, Walukiewicz, Ceppitelli, Lykogiannis; Nandez, Marin; Pereiro, Joao Pedro (38′ st Caligara), Sottil; Simeone (38′ st Pavoletti). Allenatore: Di Francesco

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Manolas (42′ st Rrahmani), Mario Rui; Bakayoko (42′ st Lobotka), Ruiz; Lozano, Zielinski (32′ st Elmas), Insigne; Petagna (32′ st Politano). Allenatore: Gattuso

MARCATORI: 25′ pt Zielinski (N), 15′ st Joao Pedro (C), 17′ st Zielinski (N), 29′ st Lozano (N), 41′ st Insigne (N, su rig.)

ARBITRO: Manganiello di Pinerolo

Il Napoli torna alla vittoria dopo tre partite di digiuno e lo fa rifilando 4 gol al Cagliari alla Sardegna Arena, in gara valida per la quindicesima giornata del campionato di Serie A. Tutto fin troppo facile per la formazione di Gattuso, che nonostante le assenze di Mertens, Osimhen e Koulibaly, non soffre mai gli avversari. Questo nonostante la fase difensiva del Napoli non sia stata sempre impeccabile (la rete del Cagliari è un vero regalo, ndr) e la squadra risulti a volte troppo lenta e macchinosa. Alla fine la vittoria è soprattutto merito di Zielinski (autore di una doppietta, ndr) e Lozano: senza i due probabilmente si sarebbe vista tutt’altra gara e i tre punti non sarebbero arrivati. Ora il Napoli è quarto in classifica a -2 dalla Roma terza e a -9 dal Milan capolista.

Scelte obbligate di formazione per mister Gattuso, costretto a fare a meno di alcune pedine importanti. Dopo alcuni tentativi a vuoto il gol che apre le marcature lo fa al 25′ Zielinski, che dopo aver ricevuto da Petagna fa partire un gran tiro con il macino imparabile per il portiere Cragno. La reazione del Cagliari non c’è e il primo tempo si rivela molto tranquillo per il Napoli.

Al 60′ i padroni di casa trovano il pari con Joao Pedro, grazie a una marcatura completamente sbagliata di Maksimovic: tutto troppo facile per la formazione di mister Di Francesco. Appena due minuti dopo Di Lorenzo fa partire un cross per Zielinski, che finta davanti all’area e mette palla in rete ristabilendo il vantaggio. Nel finale Lozano con astuzia si fa atterrare poco fuori l’area di rigore, Lykogiannis che è già ammonito viene espulso. Al 74′ mischia sottoporta sul cross di Fabian Ruiz, El Chucky Lozano è lesto a raccogliere palla e infilarla in porta. A due minuti dal termine del tempo regolamentare Caligola stoppa con un braccio il tiro di Di Lorenzo: l’arbitro non ha dubbi nell’assegnare il calcio di rigore al Napoli. Sul dischetto va Lorenzo Insigne che firma il gol del 4-1. Gli Azzurri salgono al quarto posto in classifica, decisiva le prestazioni e i gol di Zielinski e Lozano.

Lascia un commento

18 − quindici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.