Comune di Napoli, il sindaco de Magistris annuncia il rimpasto di Giunta

A lasciare il vicesindaco Enrico Panini e l’assessore al Lavoro Monica Buonanno. Entrano a far parte della Giunta i consiglieri comunali Marco Gaudini e Giovanni Pagano. La carica di vicesindaco va a Carmine Piscopo

Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha annunciato un rimpasto di Giunta, l’ultimo a pochi mesi dalla fine del suo secondo mandato da primo cittadino. A lasciare saranno il vicesindaco Enrico Panini e l’assessore al Lavoro Monica Buonanno. Entrano in Giunta i consiglieri comunali Marco Gaudini (delega a trasporto pubblico e mobilità) e Giovanni Pagano (lavoro e innovazione). Le deleghe di Monica Buonanno saranno suddivise tra Annamaria Palmieri e Francesca Menna mentre il nuovo vicesindaco sarà Carmine Piscopo, che non dovrà occuparsi del bilancio come Panini perché questo passerà a Rosaria Galiero. Queste in sintesi le principali novità presentate da de Magistris in una conferenza stampa tenutasi quest’oggi presso la Sala dei Baroni del Maschio Angioino.

“Siamo qui perchè nella mattinata odierna ho deciso di tenere questa conferenza per la presentazione di alcuni cambiamenti che ho ritenuto di fare in Giunta. Qualche settimana fa abbiamo vissuto in questa aula un momento molto importante per la città, abbiamo respinto un tentativo di alcune forze politiche di commissariare il Comune, arrivando fino alla fine del mandato e non lasciando in questa fase la città senza una guida politica e amministrativa. Fino all’ultimo giorno del nostro mandato, dobbiamo compiere quante più azioni politiche ed amministrative possibili nell’interesse della città. Questo passaggio non è stato facile, in questo cambio non c’è nessuna mancanza di fiducia nei confronti di chi esce. Abbiamo fatto scelte importanti anche per il futuro, con la candidatura a sindaco di Alessandra Clemente e proseguiremo”, ha affermato de Magistris.

“Entrano in giunta altri due giovani, come Giovanni Pagano e Marco Gaudini. Quella di oggi è una scelta innovativa. Serve un contributo di energia. Gaudini ha già grande esperienza politica, a Pagano ho affidato deleghe molto innovative. Ci mancano pochi mesi, ma 6 mesi in politica sono tanti, sempre che si voti a giugno. C’è tanto lavoro da fare ancora, per poi prepararci ad una campagna elettorale entusiasmante. Ho chiesto a tutti di fare davvero squadra in questo momento”, ha aggiunto.

De Magistris ha voluto ringraziare Enrico Panini. “È un gran lavoratore, lo chiami a qualsiasi ora ed è sempre sveglio. A lui ho proposto di svolgere la funzione di capo di gabinetto della Città Metropolitana. In questa fase, però, ho chiesto ad una persona a me legata sin dai banchi di scuola, come Carmine Piscopo, di essere il nuovo vicesindaco”. Ringraziamenti anche per Buonanno: “So quanto le è costato fare un passo laterale e spero nei prossimi giorni di costruire un percorso futuro comune con lei”.

De Magistris si è soffermato brevemente anche sulla sua possibile candidadura a presidente della Regione Calabria (vai all’articolo). “Sciolgo la riserva tra domenica e lunedì. Ma se dovessi accettare sarebbe nel solco di una coalizione civica al di fuori degli schieramenti tradizionali a cui la politica ci ha abituato”, ha affermato il primo cittadino. “Sono sempre più convinto di sciogliere positivamente la riserva perché – ha proseguito – le sollecitazioni mi sono venute dal basso e perché sento profondamente legato alla Calabria. È una sfida che ha anche delle similitudini, pur con le debite differenze, con ciò che accadde a Napoli 10 anni fa”. “La legge regionale calabrese non impone le dimissioni del sindaco. Quindi non ho alcun motivo per lasciare la guida della città”, ha aggiunto.

“Mi preme ringraziare il sindaco de Magistris per l’opportunità e l’onore che oggi mi concede. Ringrazio tutti i miei colleghi consiglieri comunali. Ringrazio il sindaco per le deleghe strategiche, in questo momento particolare. Lavorerò senza perdere un secondo, per migliorare i servizi in città, con una spinta anche ecologista. È un momento complicato per la città ed è forse questo che ci carica ancor di più. Bisogna lavorare per un progetto politico che guardi al futuro di Napoli. Dobbiamo mettere in campo il nostro entusiasmo e la nostra passione”, ha dichiarato il nuovo assessore ai trasporti e alla mobilità Gaudini.

“Per me è un onore essere in questa aula ed un carico di responsabilità importante. Anche pochi mesi sono una sfida. Ecco perchè ho deciso di ‘passare dall’altra parte’, perchè c’è bisogno di un cambiamento, di cui il lavoro deve essere un cardine. Sono disponibile a rappresentare tutte le istanze, pur essendo le politiche del lavoro di competenza nazionale”, ha invece affermato il nuovo assessore al Lavoro Pagano.

Lascia un commento

cinque × 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.