Covid 19, De Luca: “Con comportamenti irresponsabili Campania chiusa fra due o tre settimane”

Il governatore: “Non dobbiamo esaltarci con il fatto che siamo in ‘zona gialla’, anzi”

“Negli ultimi giorni abbiamo avuto un aumento sensibile dei contagi. Ai cittadini chiedo ancora una volta di avere il massimo rigore nei comportamenti. Sarebbe un suicidio pensare che siccome siamo in ‘zona gialla’, possiamo fare ricreazione. Con comportamenti irresponsabili, la Campania fra due-tre settimane sarà chiusa, tutta”. A dirlo il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, durante il consueto appuntamento del venerdì su Facebook per il punto sull’emergenza coronavirus Covid-19.

Non dobbiamo esaltarci con il fatto che restiamo in ‘zona gialla’, anzi. Dobbiamo essere ancora più preoccupati”, ha sottolineato De Luca, ribadendo come già fatto più volte in passato di non condividere le scelte dell’esecutivo Conte bis. “Il Governo sta mantenendo la sua linea, diversa da quella della Regione Campania, con zone e provvedimenti parziali. Riteniamo che questa linea sia sbagliata e che serva un provvedimento unico per tutte le Regioni. Ma il Governo continua con la sua scelta. Addirittura pensano alla ‘zona bianca’, con questi chiari di luna. Noi andiamo avanti con la linea del rigore”.

Quanto al tema delle vaccinazioni, De Luca ha affermato: “La campagna di vaccinazione sta registrando risultati straordinari in Campania. Abbiamo ricevuto meno vaccini di altre regioni in proporzione, rispetto al numero di abitanti. C’è stata una distribuzione non ragionevole e non accettabile. Noi, comunque, abbiamo dato prova di grande efficienza”. “Per qualcuno in Italia Napoli e la Campania o sono realtà di caos o vanno cancellate. Se ne sono accorti i tedeschi e non in Italia, che la Campania sta dando una prova importante di efficienza. La Campania – ha proseguito – ad oggi ha ricevuto 109mila vaccini. Abbiamo un tasso di somministrazione oltre l’85%. Noi avremo entro gennaio complessivamente 340mila vaccini, cioè giusto quello che ci serve per fare la prima e seconda somministrazione per circa 170mila persone. Per febbraio, quindi, avremo messo in sicurezza gli ospedali con la vaccinazione degli operatori sanitari. Il nostro obiettivo è essere la prima regione d’Europa ad uscire dall’epidemia”.

Per quanto riguada le scuole il governatore ha detto che “una decisione verrà presa nelle ultime ore”, ma non ci sarà un’apertura generalizzata “perché non ci sono le condizioni”.

Infine De Luca ha parlato anche della crisi del Governo Conte bis: “Situazione imbarazzante, come se non avessimo abbastanza problemi, che sta screditando l’Italia in Europa e nel Mondo. Inutile perdere tempo a commentarla. Può succedere di tutto. Martedì sapremo quale sarà il destino del Governo. Per quanto ci riguarda in questo momento dobbiamo rimanere concentrati sulla battaglia contro il Covid e sulla campagna di vaccinazione. Faremo, inoltre – ha concluso –, una battaglia per fare arrivare quante più risorse possibili al Sud e utilizzare i fondi europei per risolvere problemi strutturali nella nostra Regione”.

Lascia un commento

undici + diciannove =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.