Juventus-Napoli 2-0. Ai Bianconeri la Supercoppa italiana 2020

Al Mapei Stadium di Reggio Emilia gol di Cristiano Ronaldo e Alvaro Morata. All’80’ Lorenzo Insigne sbaglia il rigore per pareggiare la gara

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, Chiellini, Danilo; McKennie, Arthur, Bentancur (39′ st Rabiot), Chiesa (1′ st Bernardeschi); Kulusevski (39′ st Morata), Ronaldo. Allenatore: Pirlo

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui (39′ st Politano); Bakayoko (22′ st Elmas), Demme (40′ st Llorente); Lozano, Zielinski, Insigne; Petagna (27′ st Mertens). Allenatore: Gattuso

MARCATORI: 19′ st Ronaldo, 45′ st Morata

ARBITRO: Valeri di Roma

La Juventus vince la Supercoppa italiana 2020 battendo 2-0 il Napoli al Mapei Stadium di Reggio Emilia, grazie ai gol di Ronaldo e Morata. Successo meritato per quanto fatto vedere dalla Juve, che è stata praticamente padrona del gioco per tutto il secondo tempo mentre gli Azzurri hanno osato poco e sofferto le iniziative dei Bianconeri. L’atteggiamento tenuto dal Napoli non è stato dei migliori, la difesa a oltranza non ha pagato. Eppure la formazione di Gattuso qualche occasione, poche a dir la verità, l’ha avuta per cambiare la storia della gara. La più ghiotta all’80’ con Lorenzo Insigne su rigore (fallo di McKennie su Mertens, ndr) per il gol del pari dopo il vantaggio di Ronaldo: il capitano del Napoli non ha inquadrato lo specchio della porta, palla fuori di poco con Szczesny praticamente già battuto. Nel finale almeno un’occasione da gol nitida per parte, la Juve con Ronaldo e il Napoli con Politano ma sia Ospina che Szczesny sono stati autori di due grandi parate. Allo scadere del recupero a mettere la parola fine alla gara ci pensa Morata, dopo aver ricevuto da Cuadrado per una bella azione in contropiede della Juve. Alla fine si può candidamente affermare che aver lasciato il pallino del gioco alla Vecchia Signora è stato controproducente, se il Napoli si fosse preoccupato meno della fase difensiva avremmo assistito a un’altra gara.

In extremis Pirlo recupera Cuadrado e si presenta quindi in avvio con il colombiano esterno destro e Danilo a sinistra. Non è un caso che proprio Cuadrado e McKennie facciano vedere le migliori cose da quella parte del campo, costringendo Insigne a sacrificarsi in difesa. Nel primo tempo (così come nella ripresa, ndr) il Napoli sceglie di attendere nella propria metà campo e si difende con ordine, tanto che la Juve fatica a trovare occasioni. La migliore palla capita al Napoli, Demme va sul fondo e crossa al centro per Lozano, tuffo di testa del messicano e grandissima parata di Szczesny. Nel finale della prima frazione di gioco Ronaldo sfiora l’incrocio, termina così un primo tempo equilibrato e poco spettacolare.

Nella ripresa Pirlo perde l’ex Fiorentina Chiesa per un fastidio alla caviglia e al suo posto manda in campo Bernardeschi: proprio il neo entrato porta la Juve a un passo dal vantaggio. Il gol dei Bianconeri arriva per una deviazione fortuita di Bakayoko su calcio d’angolo, Ronaldo si ritrova palla sui piedi e davanti a Ospina non fa altro che appoggiarla in rete. Gattuso manda in campo Mertens al posto di Petagna, il belga che rientra da un lungo infortunio è bravo a procurarsi il rigore all’80’ anticipando McKennie in area. Sul dischetto va Insigne, che clamorosamente mette a lato con Szczesny praticamente già battuto. Nel finale Gattuso prova il tutto per tutto mettendo tutti gli attaccanti a disposizione in campo ma la Juve continua ad avere la meglio. Le occasioni gol sono almeno una per parte, la Juve va vicino al raddoppio con Ronaldo e il Napoli con Politano al 94′: due grandi parate da parte di Ospina e Szczesny mantengono il risultato inalterato. Un minuto dopo con il Napoli tutto sbilanciato in attacco la Juve scappa in contropiede, palla di Cuadrado per Morata che solo davanti alla porta non ha alcun problema nel siglare il 2-0. Finisce qui: la Supercoppa italiana 2020 va alla formazione di Pirlo, con il tecnico Bianconero che vince il suo primo trofeo da allenatore.

Lascia un commento

1 × 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.