Tik Tok, protesta a Napoli delle mamme. Bimbi nei parchi non su social

Protesta oggi a Napoli all’esterno dei giardini Ruoppolo

Un gruppo di mamme, con Europa Verde, ha protestato oggi a Napoli all’esterno dei giardini Ruoppolo contro l’utilizzazione del social Tik Tok, dopo la morte della bimba di Palermo in seguito ad una sfida sul social.

“I bambini li portiamo nei parchi, non devono stare su Tik Tok. Ma quanti dovranno morire ancora prima di prendere provvedimenti contro questa piattaforma – hanno detto le mamme, fa sapere una nota – Non possiamo ignorare sicuramente che questi bambini sono nativi digitale, ma serve più attenzione nell’utilizzazione dei dispositivi. Tik Tok è pericolosissimo perché non ha filtri, non ha censura ed è difficile, per noi, mettere dei blocchi come si fa su altre piattaforme. Questo social va fermato: è un pericolo costante, ancor di più in presenza di genitori distratti” hanno aggiunto le mamme presenti alla protesta.

“Da tempo denunciamo l’uso di questo social pericoloso, che viene utilizzato anche da camorristi dall’interno delle carceri. Continuiamo a ribadire la sua pericolosità, con ‘sfide’ pericolosissime, senza censure, che stanno plagiando le giovani menti. Tik Tok va fermato al più presto”. È quanto sottolineato da Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde, che ha partecipato alla manifestazione assieme alle mamme e consigliere municipali Benedetta Sciannimanica e Laura Carcavallo e a Rino Nasti, papà e consigliere della Quinta Municipalità e Fiorella Zabatta dell’esecutivo nazionale del Sole che Ride.

Lascia un commento

tredici + dieci =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.