Europa League, il Napoli affronta il Granada in trasferta per l’andata dei sedicesimi di finale

Squadre in campo allo Stadio Nuevo Los Cármenes questa sera a partire dalle ore 21. Gattuso, con la squadra in piena emergenza infortuni, ha convocato ben 6 giocatori della primavera

Dopo aver battuto 1-0 (Insigne su rigore, ndr) la Juventus al Maradona nella 22esima giornata del campionato di Serie A, il Napoli torna in campo questa sera per la sfida in trasferta con il Granada, valida per l’andata dei sedicesimi di finale di Europa League. Gattuso vincendo con i Bianconeri ha praticamente salvato la panchina, visto che un risultato diverso avrebbe probabilmente messo la parola fine sulla sua esperienza al Napoli. Gli Azzurri però sono ora chiamati a confermarsi e a dare continuità di risultati sia in Europa League che in campionato, anche se la competizione europea non è in cima alla lista dei pensieri. La società di De Laurentiis non ci ha mai puntato troppo, preferendo dedicarsi alla Champions (e al campionato), competizione molto più importante dal punto di vista remunerativo e del blasone. Così sarà anche quest’anno, ma questo non vuol certo dire che gli Azzurri snobberanno l’Europa League. Del resto non lo hanno mai fatto e non inizieranno certo ora. Il Granada è avversario tosto, la formazione di Diego Martínez infatti è brava a chiudersi per poi ripartire in velocità. Oltretutto il Napoli arriva all’appuntamento senza una lunga lista di calciatori e Gattuso è stato praticamente costretto a convocare ben 6 primavera (Idasiak, Costanzo, Zedadka, Labriola, Cioffi e D’Agostino), pronti a subentrare dalla panchina malauguratamente ce ne fosse bisogno. Sfida difficile quindi. Pure la gara con la Juve lo era e in pochi avrebbero puntato su una vittoria del Napoli, eppure la palla è rotonda e nel calcio nessun risultato è mai scritto. Vedremo stasera se il Napoli riuscirà a superare indenne l’insidia Granada, per poi magari giocarsi il passaggio del turno nella gara di ritorno al Maradona.

Parlando di formazioni tra gli spagnoli non ci saranno il difensore Neyder Lozano, Quini, Luis Milla, Roberto Soldado, German Sanchez Barahona e Luis Suárez. Il tecnico Martínez recupera tuttavia Herrera, Montoro e l’ex Roma Gonalons. In difesa Vallejo e Duarte al centro con Foulquier a destra e Neva a sinistra. A centrocampo Montoro, Gonalons ed Herrera. In attacco Molina con ai lati Machis e Kenedy.

Nel Napoli Gattuso dovrà fare a meno di ben 9 calciatori. Non saranno della gara Ospina, Manolas, Koulibaly, Ghoulam, Hysaj, Demme, Lozano, Mertens e Petagna. Scelte obbligate quindi: in porta Meret e difesa formata dai centrali Rrahmani e Maksimovic, con ai lati Di Lorenzo e Mario Rui. In mediana Elmas, Lobotka (o Bakayoko) e Fabian Ruiz. In attacco Osimhen con ai alti Politano e Insigne.

Probabili formazioni:

GRANADA (4-3-3): Silva; Foulquier, Duarte, Vallejo, Neva; Montoro, Gonalons, Herrera: Machis, Molina, Kenedy. All. Diego Martínez

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Maksimovic, Mario Rui; Elmas, Lobotka, Fabian; Politano, Osimhen, Insigne. All. Gennaro Gattuso

ARBITRO: Sergei Karasev (Russia)

Lascia un commento

uno + due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.